Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:32 METEO:PORTOFERRAIO13°17°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
venerdì 14 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Draghi: «Senza figli l'Italia è destinata a scomparire, aiutare le coppie prioritario»

Attualità lunedì 29 marzo 2021 ore 18:45

Isole minori Covid free, è possibile

Francesco Del Deo, sindaco di Forio e presidente Ancim
Foto di: da video di nuvola.tv

Ne è convinto Francesco Del Deo, sindaco di Forio e presidente dell'Ancim che ha scritto più volte al Governo e alla struttura commissariale



FORIO — Gli abitanti delle isole minori italiane che sono circa 240mila si possono vaccinare in due settimane, a patto però che ci siano vaccini disponibili. Ne è convinto Francesco Del Deo, sindaco di Forio, Comune dell'isola di Ischia e presidente dell'Ancim (associazione nazionale Comuni isole minori).

"Abbiamo scritto come Ancim una prima lettera a Dicembre scorso al Governo, seguita poi da altre due lettere, compresa quella all'attuale Governo e alla attuale struttura commissariale e ci siamo mossi prima della Grecia (vedi articoli correlati sotto). - ci ha spiegato Del Deo - Abbiamo presentato un piano vaccinale che consentirebbe in due settimane di vaccinare tutti gli abitanti delle isole minori e ci auguriamo che si possa sbloccare il vaccino di Johnson & Johnson perché richiedendo una sola dose tutto sarebbe molto più veloce".

"Alla base della nostra richiesta - ha aggiunto Francesco Del Deo, presidente dell'Ancim - c'è tutta una serie di disagi e costi che abbiamo spiegato al Governo ed uno dei disagi maggiori è rappresentato dalla sanità sulle piccole isole, ce ne sono alcune come Ventotene, per esempio, che hanno il medico solo per 2 giorni a settimana. Quando il Governo legifera o emette provvedimenti deve tener conto che la nostra situazione è completamente diversa dai cittadini che abitano sulla terraferma e che è appunto contrassegnata dai disagi che vanno dalla continuità territoriale, al diritto allo studio fino alla sanità, ecc.". 

"Questa settimana dovremmo avere una risposta più concreta rispetto al tema delle vaccinazioni - ha aggiunto Del Deo - ma so che le nostre richieste sono state prese in seria considerazione da parte del commissario Figliuolo. Il piano è quello di affiancare al supporto logistico dell'Esercito delle strutture vaccinali messe a disposizione dai tutti i Comuni e in campo c'è l'ipotesi di allestire dei punti drive in in modo che le persone anziane possano essere accompagnate in auto e fare il vaccino senza dover scendere ma anche che siano vaccinati gli accompagnatori nello stesso momento".

"Le nostre isole minori sono una ricchezza culturale ed economica che però devono sostenere costi più alti - ha detto il presidente dell'Ancim - e bisogna fare in modo che questa ricchezza rimanga. Se si potrà partire rapidamente dopo Pasqua con le vaccinazioni potremo puntare a promuovere i nostri territori come 'isole sicure' anche attraverso la stampa internazionale."

A questo proposito il governatore della Campania De Luca ha annunciato di aver stipulato un contratto per avviare le vaccinazioni con il vaccino russo Sputnik non appena ci sarà l'approvazione del vaccino stesso da parte dell'Ema o dell'Aifa. Quindi le isole minori della Campania se tutta la procedura andrà in porto potranno vedere velocemente vaccinati i propri abitanti?

"Su questo tema - ha detto Del Deo - proprio oggi alle 11,30 abbiamo un incontro con il governatore De Luca".

Abbiamo inoltre chiesto a Del Deo se l'Ancim potrebbe acquistare uno stock di vaccini per tutte le isole minori ma ci ha risposto che "il nostro bilancio è veramente esiguo come associazione e inoltre si correrebbe il rischio di acquistare vaccini che poi non potremmo utilizzare, dato che come sindaci non abbiamo tale potere, nonostante la nostra funzione preveda tutta una serie di responsabilità, la competenza sulla sanità in questo caso è in capo alle regioni".

Per quanto riguarda invece i contatti con i sindaci delle altre isole minori e con l'Elba che rappresenta l'isola minore più grande, Del Deo ci ha spiegato che "quando ci sono temi importanti siamo tutti in contatto, anche con l'Elba con cui siamo in contatto con il sindaco di Portoferraio".

Ricordiamo infine che nei giorni scorsi anche dall'Elba su richiesta dell'Ancim è partita una richiesta in tema di vaccinazioni con i dati delle persone che potenzialmente possono essere vaccinate (vedi articolo correlato sotto).

Dopo l'intervista al presidente Ancim, avvenuta questa mattina, nel pomeriggio è arrivata la notizia che dal 16 Aprile in Italia sarà disponibile il vaccino di Johson&Johnson.

Lo ha scritto in un post su Facebook il presidente del Consiglio regionale della Liguria Gianmarco Medusei.

"Questa mattina ho rappresentato l'intero Consiglio regionale all'inaugurazione dell'hub vaccinale alla Fiera del mare a Genova. Il Commissario Figliuolo mi ha confermato che i vaccini Johnson&Johnson arriveranno in Italia dal 16 Aprile.- ha scritto Medusei - Ce lo auguriamo, oltre alla vaccinazione che è prevenzione, auspico anche una maggiore produzione di anticorpi monoclonali, che si stanno dimostrando particolarmente efficaci anche sulle varianti. Inutile negare che ci siano ancora tante problematiche, ma bisogna accelerare per poter ripartire".

Questa mattina ho rappresentato l'intero Consiglio regionale all'inaugurazione dell'hub vaccinale alla Fiera del mare a...

Pubblicato da Gianmarco Medusei su Lunedì 29 marzo 2021

Valentina Caffieri
© Riproduzione riservata

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Si tratta della Celleriite, nuova scoperta mondiale, che prende il nome da Luigi Celleri a cui è intitolato il museo mineralogico Mum di San Piero
Orari traghetti Elba Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alfredo De Girolamo e Enrico Catassi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità