Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:00 METEO:PORTOFERRAIO17°24°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
domenica 19 settembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Carpi, tromba d'aria si abbatte sull'aeroporto: aerei ultraleggeri distrutti

Politica lunedì 27 gennaio 2020 ore 16:53

Sì Toscana contro l'ampliamento della cava Eurit

Foto di repertorio

Fattori e Sarti, del gruppo Sì Toscana a Sinistra: “Fermare ampliamento miniera di Porto Azzurro”. Presentata una mozione in Regione.



FIRENZE — Il gruppo consiliare Sì Toscana a Sinistra, come si legge in una nota, ha presentato in Consiglio regionale una mozione con la quale chiede di non procedere all’ampliamento della miniera di eurite nella zona de La Crocetta, nel comune di Porto Azzurro. Il progetto di ampliamento, presentato dalla società Eurit, è in questo momento in esame in Regione Toscana, attraverso la conferenza dei servizi. La mozione riprende e rilancia le storiche critiche all’ampliamento mosse dal mondo ambientalista e da Legambiente Arcipelago Toscano, dal Parco nazionale, dai cittadini residenti nell’area e dagli stessi uffici tecnici della Regione.

“Il progetto di ampliamento presentato da Eurit consiste nell’intero sbancamento della sommità di una collina, con un enorme impatto sul paesaggio e sull’ambiente”, dichiarano Tommaso Fattori e Paolo Sarti di Sì Toscana a Sinistra.

“Ci chiediamo davvero come sia possibile autorizzare la tecnica del ‘Mountaintop removal mining’, - proseguono i consiglieri - distruttiva del paesaggio e criticata in tutto il mondo. Occorre superare il vecchio modello estrattivista che rapina e dissipa ricchezze irrecuperabili come il paesaggio e l’ambiente. Oltretutto si interviene su un crinale e su un’area già penalizzati dall’attuale attività della miniera e dove sono presenti specie protette, con boschi misti di lecci, macchia mediterranea e specie di grande valore come le sughere”.

“L’intervento deve essere annullato, nel rispetto più rigoroso del Pit e piano paesaggistico, a tutela dell’ambiente e della biodiversità dell’area, ma anche a tutela delle attività turistiche e agricole della piana di Mola, alle spalle di Porto Azzurro, e dei comuni limitrofi di Capoliveri e Portoferraio”, concludono Fattori e Sarti.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Si tratta di un imprenditore di 45 anni, originario della provincia di Perugia, che era scomparso in Albania in circostanze misteriose
Orari traghetti Elba Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Politica

STOP DEGRADO

Attualità