comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 10°21° 
Domani 11°22° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
venerdì 10 aprile 2020
corriere tv
Roma città chiusa, il drone filma una capitale deserta. Un panorama mai visto prima

Attualità venerdì 28 febbraio 2020 ore 16:30

Cannabis, il Tar dà ragione al Comune

Foto di repertorio

Il Consiglio comunale di Porto Azzurro ha approvato una delibera che vieta coltivazione e vendita di cannabis contro la quale è stato fatto ricorso



FIRENZE — Il Tar della Toscana, con ordinanza pubblicata in data 25 Febbraio 2020, ha respinto il ricorso presentato da Fabrizio Orsini, titolare di un'azienda, che chiedeva l'annullamento della delibera di Consiglio comunale che vietava la coltivazione e vendita di cannabis sul territorio comunale.

L'amministrazione comunale di Porto Azzurro nel dare notizia della decisione del Tar ha dichiarato:"Il Tar ha respinto la richiesta di sospensiva dell’atto deliberativo del Consiglio Comunale di Porto Azzurro sulla Cannabis.Ci sarà poi il giudizio di merito,aspettiamo fiduciosi e continuiamo a sostenere le nostre idee, sempre rivolte all’interesse della collettività ed in particolare degli adolescenti".

Qui di seguito pubblichiamo il testo dell'ordinanza, allegato anche in pdf in fondo all'articolo:

R E P U B B L I C A I T A L I A N A 

Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Toscana 

(Sezione Seconda) 

ha pronunciato la presente ORDINANZA sul ricorso numero di registro generale 162 del 2020, proposto da Fabrizio Orsini, rappresentato e difeso dall'avvocato Giacomo Bulleri, con domicilio digitale come da PEC da Registri di Giustizia; 

contro Comune Porto Azzurro, in persona del legale rappresentante pro tempore, rappresentato e difeso dall'avvocato Domenico Iaria, con domicilio digitale come da PEC da Registri di Giustizia e domicilio eletto presso il suo studio in Firenze, via de' Rondinelli 2;

Ministero dell'Interno, non costituito in giudizio; 

per l'annullamento previa sospensione dell'efficacia, della delibera del Consiglio Comunale del Comune di Porto Azzurro n. 66 del 12.11.2019; Visti il ricorso e i relativi allegati; Visto l'atto di costituzione in giudizio del Comune Porto Azzurro; 28/2/2020 N. 00162/2020 REG.RIC. 2/3 Vista la domanda di sospensione dell'esecuzione del provvedimento impugnato, presentata in via incidentale dalla parte ricorrente; Visto l'art. 55 cod. proc. amm.; Visti tutti gli atti della causa; Ritenuta la propria giurisdizione e competenza; Relatore nella camera di consiglio del giorno 25 febbraio 2020 il dott. Riccardo Giani e uditi per le parti i difensori come specificato nel verbale; Considerato che la gravata ordinanza comunale, ad un primo sommario esame, pare doversi leggere nel senso che essa non vieta le attività rientranti nella sfera di applicazione della legge n. 242 del 2016; interpretazione dalla quale discende che non risultano vietate le attività di “coltivazione della canapa per finalità di produzione di alimenti, cosmetici, semilavorati per applicazioni industriali, prodotti per la bioedilizia ed altri”; dal che discende la mancanza di “periculum in mora” rispetto agli interessi fatti valere dal ricorrente; 

P.Q.M. Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Toscana, Sezione Seconda, respinge la domanda incidentale di sospensione; Compensa le spese della presente fase cautelare. 

La presente ordinanza sarà eseguita dall'Amministrazione ed è depositata presso la segreteria del tribunale che provvederà a darne comunicazione alle parti. 

Così deciso in Firenze nella camera di consiglio del giorno 25 febbraio 2020 con l'intervento dei magistrati: 

Rosaria Trizzino, Presidente 

Riccardo Giani, Consigliere, 

Estensore Alessandro Cacciari, 

Consigliere Da Assegnare Magistrato, Consigliere 

L'ESTENSORE Riccardo Giani

IL PRESIDENTE Riccardo Giani Rosaria Trizzino 

IL SEGRETARIO.



Tag
 
Orario voli Silver Air Orari traghetti Elba Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità