Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:30 METEO:PORTOFERRAIO22°27°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
venerdì 21 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Jovanotti a sorpresa torna sul palco e canta al Festival of The Sun in Toscana
Jovanotti a sorpresa torna sul palco e canta al Festival of The Sun in Toscana

Attualità sabato 17 agosto 2019 ore 18:31

"Esa inadempiente nel servizio, stop al pagamento"

Andrea Gelsi

Lo ha annunciato il sindaco di Capoliveri, Andrea Gelsi, spiegando che "la raccolta differenziata non sta funzionando" e che occorre intervenire



CAPOLIVERI — "Gravi inadempienze da parte di Esa. La raccolta differenziata non sta funzionando, per risolvere la situazione è necessario intervenire subito con ogni opportuno provvedimento".

A comunicarlo è il sindaco di Capoliveri, Andrea Gelsi "a seguito delle continue segnalazioni pervenute all'amministrazione per i disservizi ripetuti che si sono verificati - come si legge in una nota del Comune di Capoliveri - e che si stanno verificando su tutto il territorio comunale durante questa stagione turistica ed in maniera più evidente durante queste settimane di Agosto".

"Il servizio così non funziona - sottolinea Gelsi - non possiamo permetterci di lasciare a cittadini ed ospiti un paese e un territorio nella totale sporcizia e disorganizzazione.
E' nostro dovere intervenire subito perché questa situazione rappresenta un grave inadempimento contrattuale. Intimiamo ad Esa di provvedere immediatamente a risolvere questo disagio ed è nostra intenzione sospendere i pagamenti non essendo stati rispettati gli accordi contrattuali relativi alla raccolta e allo spazzamento dei rifiuti nel territorio comunale di Capoliveri". 

"C'è un turn over eccessivo tra i dipendenti di Esa - aggiunge il sindaco di Capoliveri - e di contro non c'è una rigida filiera di controllo sull'operato degli stessi addetti alla raccolta che in pratica fanno quello che gli pare e piace o quello che possono fare. Comunque sia, così non funziona. I costi del servizio sono altissimi per tutti i cittadini, pretendiamo che il lavoro di raccolta dei rifiuti sia eseguito a regola d'arte, altrimenti si cambia sistema. Cosi è nel privato e così deve essere a maggior ragione quando il servizio e i soldi sono pubblici!"


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Questa la causa più probabile del forte boato avvertito in modo forte all'Elba ma anche sulla costa toscana
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Monitor Traghetti

Attualità