Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:30 METEO:PORTOFERRAIO16°17°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
lunedì 15 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Attacco a Israele, ministro Esteri iraniano: "Operazione limitata e per autodifesa"

DISSALATORE sabato 14 gennaio 2023 ore 16:01

Strada sulla spiaggia di Lido, nuova polemica

Il responsabile dell'ufficio tecnico ha esposto come si è svolto l'iter ma l'ex sindaco Barbetti è scettico sulla vicenda



CAPOLIVERI — La strada temporanea realizzata da Asa spa sulla spiaggia di Lido continua a suscitare polemiche.

Viste le critiche che si sono scatenate sui social dopo che la prima mareggiata ha travolto la viabilità temporanea fatta di materiale plastico e realizzata in connessione con i lavori per il dissalatore di Mola, è intervenuto per spiegare il percorso amministrativo della strada l'ingegner Federico Brugioni, responsabile dell'ufficio tecnico del Comune di Capoliveri che ha firmato l'ordinanza con cui fermava i lavori di Asa.

"Sono costretto ad intervenire poiché vengo continuamente coinvolto nella vicenda che riguarda la costruzione della strada sulla spiaggia del lido di Capoliveri. È noto a tutti che ho firmato l'autorizzazione paesaggistica. - ha scritto Brugioni  - Dopo l'istruttoria tecnica, la pratica è stata trasmessa in soprintendenza per il relativo parere di competenza che sarebbe dovuto pervenire entro una ventina di giorni. Il Ministero, non esprimendosi nel merito, ha formato il cosiddetto silenzio assenso, motivo per il quale diventava tecnicamente impossibile per il sottoscritto negare la paesaggistica".

"Ciò che ho fatto, a vantaggio della sicurezza umana, nonché per la salvaguardia del paesaggio e dell'ambiente, è stato quello di inserire tutta una serie di prescrizioni che mitigassero gli effetti dell'opera sul sito. - ha aggiunto  Brugioni  - Nel dettaglio prescrivevo che la realizzanda viabilità venisse traslata (almeno nel tratto più vicino all'acqua) per evitare che il mare la innondasse e la spazzasse via, come poi effettivamente è successo.Tale prescrizione è stata di fatto annullata dal tar della Toscana il 21.12.2022. L'obiettivo era quello di evitare situazioni pericolose e danni irreparabili all'ambiente e/o al paesaggio.Pur non condividendo l'ordinanza del tar, la rispetto per dovere al servizio ed è mio compito garantire collaborazione d'ufficio.Mia è anche la firma dell'ordinanza di sospensione lavori del 9 novembre scorso. Le motivazioni, squisitamente tecniche, si basano sul principio che una strada, ancorché temporanea, è sempre una strada. E la strada è identificata in urbanistica come un'opera di urbanizzazione primaria, temporanea, ma pur sempre un'opera di urbanizzazione che necessita, per legge, del titolo edilizio. Asa sosteneva invece che un'infrastruttura viaria, ad uso pubblico, potesse essere realizzata, perché temporanea, mediante semplice comunicazione di inizio lavori e, quindi, senza progetto, direttore dei lavori, progettista, responsabile della sicurezza e quant'altro". 

"Inoltre - ha spiegato Brugioni - sostenevo che la strada avrebbe necessitato di enormi riporti di sabbia, come del resto è facilmente verificabile sul luogo. Anche in questo caso, il Tar Toscana ha ritenuto che una strada lunga mt. 225, larga mt. 4,80 per un totale di mq. 1.100 non necessitasse del titolo edilizio. Condivido? No, ma le ordinanze si rispettano. Era fin troppo facile, da persona che conosce il mare, anche intimamente, che la strada sarebbe stata spazzata via o, quantomeno, sommersa dalla violenza delle onde. Era una questione di tempo, ed infatti alla prima mareggiata, gli effetti sull'opera si sono visti nella sua imponenza.Oggi asa a concluso il tracciato". 

"Due riflessioni: - ha proseguito Brugioni - 1) Aver ridotto la larghezza della strada, non li aiuterà ad evitare ulteriori danni per un motivo semplice quanto matematico. La struttura peserà di meno della precedente e averla allontanata di un metro dall'acqua, non impedirà alcunché. Anzi, a parità di forza del mare, la leggerezza sarà uno svantaggio. 2) La rampa che collega il tratto sulla spiaggia alla strada comunale, sarà il primo a partire in caso di mare agitato nonostante tutti gli accorgimenti presi. Le onde infatti non hanno ostacoli, debbono per forza concludere la loro corsa. Ciò detto, è una questione di tempo, dipende solo dal mare e dalle condizioni meteorologiche". 

"Affermare che il sottoscritto abbia contribuito a realizzare l'opera è quindi una sciocchezza, riportare pezzi di articolati privi di contesto ha solo l'obiettivo di infangare persone serie ed oneste, le cui ragioni purtroppo sono solo ed squisitamente politiche. Ed io sono un tecnico, non un politico", ha concluso Brugioni.


Tuttavia le dichiarazioni di Brugioni non hanno convinto l'ex sindaco di Capoliveri Ruggero Barbetti che le ha criticate duramente. Barbetti è intervenuto per sottolineare alcuni passaggi previsti per legge dalla autorizzazione paesaggistica semplificata.

"La legge dice: L’amministrazione procedente (il Comune), qualora non sia necessario indire una conferenza di servizi, valuta la conformità dell’intervento e dell’opera, previsti nell’istanza, alle prescrizioni d’uso eventualmente contenute nel provvedimento di vincolo o nel piano paesaggistico, nonché la compatibilità degli stessi con i valori paesaggistici che qualificano il contesto di riferimento. - ha specificato Barbetti - Quindi il Comune di Capoliveri doveva verificare la conformità dell'intervento e dell'opera nonchè la compatibilità con i valori paesaggistici che qualificano il contesto di riferimento. Brugioni lo ha fatto?".


Sottolineando i tre possibili esiti della valutazione sulla conformità e/o compatibilità dell’intervento o dell’opera contenuti nell’istanza di autorizzazione paesaggistica, Barbetti ha poi aggiunto:  Quindi la domanda è:
quale esito ha avuto la valutazione dell'istanza presentata da Asa? Non ho i documenti, ma se è stata inviata alla Soprintendenza vuol dire che ha avuto esito positivo".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Secondo la ricostruzione degli inquirenti c'era una vera e propria struttura organizzativa per rilasciare permessi anche contro la legge
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Blue Lama

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Cronaca

Attualità

Politica