Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:48 METEO:PORTOFERRAIO17°19°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
sabato 13 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Medioriente, nave attaccata vicino a Stretto di Hormuz: sospetti sull'Iran

Attualità martedì 27 giugno 2023 ore 06:30

Panchina rossa contro la violenza sulle donne

È stata posizionata con vista mare sulla baia dell'Innamorata a testimoniare l'amore che dovrebbe sempre accompagnare le donne



CAPOLIVERI — Da una settimana, Capoliveri ha una seconda panchina rossa, segno del contrasto alla violenza contro le donne. E’ affacciata sulla baia dell’Innamorata, uno dei luoghi più suggestivi delterritorio comunale e di tutta l’isola. Non è stato scelto a caso. Il luogo, insieme alla panchina, vuole essere un simbolo. Un richiamo, come sottolineano dal Rotary Club Elba in una nota.

Quella virgola rossa inmezzo al verde non è solo un segnale d’allarme, il punto esclamativo contro il femminicidio. E’, semmai, un richiamo all’amore degli uomini per le donne.nUna dichiarazione e una promessa di rispetto. Un invito ad affacciarsi sullabellezza - la baia, il mare - a riappropriarsi del tempo, del pensiero, per lasciareandare quello che ci avvelena.

E’ facile intuire che la panchina rossa di Capoliveri è speciale. Lo è per molti motivi. Infatti, Michela Venturini, presidente del Rotary - che ha appena chiuso l’anno di presidenza del club elbano - ha impiegato diversi mesi a trovare collocazione e motivazioni giuste. Non voleva solo un’altra panchina rossa. Ne voleva una che si distinguesse.

Il sindaco di Capoliveri, Walter Montagna, ha condiviso il principio mettendo a disposizione tutto il territorio. Così è nata “Amala come il mare”, panchina singolare perché è la prima donata da due uomini alla comunità. Non alla comunità elbana, ma alla comunità internazionale, visto che dall’Elba passano turisti stranieri di moltissimi Paesi,ndall’Europa agli Usa.

L’idea nasce come una visione. Due imprenditori, due amici. AdolfobGiannecchini, versiliese, adottato dall’Elba; Antonio Bomboi, sardo, trapiantato nell'isola. Una passeggiata sulla collina affacciata sopra la baia e la spighetta dell’Innamorata, l’incontro, quasi l’inciampo, con una panchina abbandonata,“triste, solitaria y final” l’avrebbe definita l’inimitabile scrittore argentino Osva Soriano. Si guardano, c’è l’intuizione: “Si può, si deve fare qualcosa”.

E’ una panchina, è affacciata su un panorama suggestivo. Il luogo è legato a una leggenda d’amore impossibile. Il pensiero è subito per restaurarla. Per dipingerla di rosso. Di renderla simbolo della battaglia contro la violenza di genere, certo, ma “anche dell’amore che gli uomini provano per le donne. Simbolo delle relazionibelle.Un invito a venire qua, a sedersi, per ricordarsi che l’amore, l’amore vero, fabene, non fa male” spiega Adolfo Giannecchini.

E Antonio Bomboi a ruota incalza: “A questo proposito, sarebbe bello che unavolta l’anno tutte le panchine in Italia venissero illuminate di rosso”. Proprio come è illuminata di notte anche la panchina dell’Innamorata, visibile dalla spiaggia. Invito di luce a raggiungerla per qualche minuto al chiaro di lluna.

“Per battere la violenza, alla fine, non ci vorrebbe molto. Basterebbe sedersi suuna panchina come questa, insieme, in contemplazione, con la voglia diparlarsi e di ascoltarsi. Se gli uomini ascoltassero le donne, riuscirebbero acomprenderle e non avrebbero bisogno di usare il linguaggio della violenza perimporsi”.

Così l’attrice Marianella Bargilli, madrina di questa panchina speciale. Successivamente presso l’agorà del Ristorante la Caletta, alla presenza di unfolto pubblico, tra cui molti giovani, c’è stata la presentazione del libro “Violenzissima-Scuse e pregiudizi che assolvono i violenti” a cura di Ilaria Bonuccelli, giornalista, scrittrice, vincitrice del premio internazionale “Jacopo da Fivizzano” con miglior libro dell’anno 2022.

Sono seguite le letture speciali della stessa Marianella Bargilli, attrice,interprete di testi teatrali sulla violenza di genere.

Presente il Sindaco di Capoliveri Walter Montagna, la Dott.ssa Anna Garfagnini, referente per la zona Elba del “codice rosa” e il Comandante in Seconda del Porto di Portoferraio Sig.ra Rossella Loprieno.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La Guardia di Finanza questa mattina è intervenuta a Capoliveri con varie pattuglie. Le indagini coinvolgono anche il vicesindaco Leonardo Cardelli
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Adolfo Santoro

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cultura

Sport

Politica