Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:00 METEO:PORTOFERRAIO18°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
mercoledì 21 febbraio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Anche i bambini in Kenya ballano scatenati «Tuta gold» di Mahmood

Attualità lunedì 26 giugno 2023 ore 19:36

Educatori senza frontiere all'Elba con don Mazzi

Don Antonio Mazzi

Al progetto, ideato da don Antonio Mazzi, hanno partecipato anche due educatrici di Capoliveri



PORTOFERRAIO — Dal 16 al 18 Giugno 2023 presso la comunità Exodus “la Mammoletta” a Portoferraio, dal 2022 anche sede di Educatori Senza Frontiere (ESF), si è tenuto il "cammino", cioé la parte conclusiva e fondamentale del percorso di formazione “Fuori dai Bordi” dell’associazione ESF, creata da don Mazzi il fondatore della Fondazione Exodus.

L’idea di ESF è quella di mettere al centro l’educazione e la formazione come elementi imprescindibili del viaggio che chiamano “erranza educativa”: il viaggio, l’erranza, l’educazione itinerante, la strada sono punti vitali per identificare nuove prospettive di identità individuale e di gruppo, come spiega in una nota Educatori Senza Frontiere e la sede Exodus “la Mammoletta”- Isola d’Elba

Il cammino per ESF è molto importante perché non è solo un semplice spostarsi da una tappa all’altra ma, così come per il viaggio, ti permette di spostarti anche stando fermo. Ti cambia da dentro, ti trasformi, ti modelli, ti metti in gioco, è empatia, ascolto, incontro, condivisione, gentilezza…Il gruppo è parte fondamentale del viaggio, ti permette da un lato di essere sorretto dai tuoi compagni di viaggio e dall’altro ti permette di metterti a nudo, mostrando agli altri i tuoi talenti e le tue difficoltà, per una crescita insieme.

“Il nostro viaggio è stato ricco di incontri, ascolto e condivisione”. Con piacere, l’esperienza ha visto la partecipazione di due educatrici di Capoliveri.

"Educatori Senza Frontiere e la sede Exodus “la Mammoletta”- Isola d’Elba ringraziano il comune e il sindaco di Capoliveri che hanno messo a disposizione i mezzi per il trasferimento dalla comunità alle miniere.Un ringraziamento speciale va ad Alberto Baldetti, amico della Mammoletta, guida insostituibile che ci ha portato alla scoperta delle Miniere del Ginevro di Capoliveri, località Calamita", si conclude la nota.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Ecco i risultati dei controlli effettuati recentemente dai carabinieri sul territorio elbano per garantire la sicurezza sulle strade
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Lavoro