QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 8° 
Domani -1°12° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
sabato 16 febbraio 2019

Attualità venerdì 17 giugno 2016 ore 20:03

Un ponte aereo per salvare l'animale ferito

All'Enpa viene consegnato Lindbergh II, un rondone che non può volare, così si organizza un trasporto aereo speciale per Pisa dove viene operato



CAMPO NELL'ELBA — E' lunedì 13 giugno quando intorno alle 14.30 ENPA Isola d'Elba ritira in custodia un rondone raccolto da una sensibile residente di Marciana Marina. Il povero animale ha l'ala destra priva di una piuma fondamentale per l'assetto in volo. Impossibile per lui riprendere quota.

Una simile circostanza significa la morte per questo splendido volatore che vive l'intera esistenza in aria senza mai posarsi. E' evidente che l'unica possibilità di salvezza è assicurargli un intervento veterinario di innesto di piuma al posto di quella mancante. E il luogo più vicino dove viene eseguito è al CRUMA di Livorno.

Una distanza enorme per gli animali selvatici dell'Isola, una sorta di miraggio che si trasforma in un viaggio di morte per stress e lunghezza. "L'idea è stata quella di contattare la compagnia aerea SilverAir e chiedere di far salire a bordo un ospite particolare per portarlo a Pisa e da lì al CRUMA", spiegano i volontari della sezione locale di ENPA.

Parte uno scambio di mail tra l'associazione e SilverAir. E' necessario ottenere una serie di autorizzazioni al volo del rondone. Nel frattempo c'è chi lo alimenta ogni 3 ore garantendogli forze e peso. Ha bisogno di un nome, di un nome importante: Lindbergh II° è quello prescelto, ricordando il pilota Charles Lindbergh che per primo, nel 1927, volò da New York a Parigi senza scalo.

La tanto attesa autorizzazione arriva nella serata di lunedì. Lindbergh II° verrà imbarcato sul volo di mercoledì 15 giugno con decollo alle ore 8.20. Parte un appello via Facebook affinché si trovi qualcuno disposto ad andare a prelevare Lindbergh II° allo scalo pisano e che lo trasporti al CRUMA dove lo aspettano.

Un tam tam che in poco meno di due ore assicura anche l'ultimo tratto di viaggio del rondone verso la sua chance di ritornare a volare. E' così che il rondone Lindbergh II° la mattina del 15 giugno viene preso in consegna, opportunamente protetto in una scatola aerata, dall'assistente di volo Sonia, supera i controlli di sicurezza e s'imbarca sul vettore SilverAir. Tutto procede secondo i piani e alle 9.30, a Pisa, c'è chi lo preleva e lo porta al CRUMA. 

Lindbergh II° oggi sarà sottoposto all'operazione e a un successivo periodo di riabilitazione prima di riconquistare i cieli. Questa volta, per fortuna, senza l'ausilio dell'aereo. 

"Vogliamo ringraziare - commentano dall'Enpa Isola d'Elba Silver Air nella persona di Dina Peverelli, l'assistente di volo Sonia e tutto l'equipaggio, Maristella Caprai per aver diffuso l'appello tra i propri contatti, Brunetta Tori per aver accolto Lindbergh II° a Pisa trasferendolo al CRUMA. Un grazie di cuore anche a tutte le persone che si sono rese disponibili al trasporto da Pisa a Livorno, successivamente al nostro appello. Un esempio di collaborazione e solidarietà". 



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Sport