Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:00 METEO:PORTOFERRAIO15°27°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
martedì 24 maggio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Blanco, una fan lo tocca durante il concerto. Polemica sui social: «È una molestia»

Attualità venerdì 28 maggio 2021 ore 17:00

Gestione del porto, raccolta firme dei cittadini

Porto di Marina di Campo

Un gruppo di cittadini chiede al sindaco e all'Autorità portuale di rinviare e migliorare il bando per la gestione del porto di Marina di Campo



CAMPO NELL'ELBA — A Marina di Campo è stata avviata una raccolta firme promossa da un gruppo di cittadini per chiedere che il bando per la gestione del porto sia rinviato e migliorato.

Sul bando nei giorni scorsi era già intervenuto il gruppo di minoranza consiliare Scelta di Campo-Galli sindaco chiedendone la revoca (leggi qui l'articolo).

"In pratica i diportisti, pescatori, attività di trasporto persone e diving - si legge in una nota - sono favorevoli ad una regolamentazione degli specchi acquei del porto di Marina di Campo ma sono contrari a questo bando che è stato fatto in pochissimi giorni, senza interlocuzione con gli operatori del porto e con i cittadini residenti ed è antieconomico per l’eventuale gestore, che comporterebbe un servizio scadente per i prossimi 12 anni. Inoltre, cosa importante, diminuiscono i posti barca per i residenti da 91 attuali a 70 senza aver indicato le modalità di assegnazione dei posti restanti!"

Perciò è stata avviata una raccolta firme per accompagnare una lettera indirizzata al sindaco del Comune di Campo nell'Elba, alla Capitaneria di porto e all’Autorità Portuale regionale, nella cui competenza ricade il porto.

Qui di seguito pubblichiamo il testo della lettera.

"I sottoscritti cittadini residenti nel Comune di Campo nell’Elba chiedono agli Enti elencati in indirizzo, di attivare, per quanto di competenza, ogni utile azione al fine della sospensione/annullamento del bando del porto pubblicato all’albo pretorio del Comune di Campo nell’Elba per i seguenti motivi:

DIPORTISTI

- Importante riduzione dei posti barca disponibili ed indicati in planimetria che dagli attuali 91 attuali si riducono a 70; Il Bando non specifica un criterio di assegnazione dei posti barca ridotti e quindi Il gestore avrebbe una facoltà discrezionale di assegnarli a chiunque, senza tenere conto che il Comune ha già in essere una graduatoria che è stata rispettata assegnando ai residenti il Bollino.

PESCATORI
Il Settore della pesca è un importantissimo Servizio definito di utilità pubblica che deve essere tutelato e pertanto non può essere emarginato da qualsiasi scelta anche perché all’Elba la marineria Campese è quella più ampia e garantisce una solidità economica rilevante.

- Il Bando non prevede una regolamentazione certa dello specchio acqueo individuato per l’ormeggio dei motopesca ed inoltre in sede di stesura non è stato tenuto conto dell’incremento avuto ultimamente delle barche da pesca che operano nel porto di Marina di Campo. Non esiste una pur minima proposta progettuale che possa risolvere la precaria situazione della carenza dei servizi a terra ed a mare ed inoltre non viene tenuto conto del problema dell’insabbiamento del Porto che periodicamente si deve affrontare.


ATTIVITA’ COMMERCIALI E DIVING

- Sono stati ridotti i posti barca; Il Bando non specifica il criterio di assegnazione dei posti barca ridotti e quindi, come per i residenti, il gestore potrebbe decidere l’assegnazione in maniera del tutto autonoma e discrezionale.

CONSIDERAZIONI CONCLUSIVE

- Non sono stati interpellati i rappresentanti di categoria per la tutela dell’interesse pubblico in primis; Il Bando vincola la partecipazione ai soli soggetti iscritti alla camera di commercio e quindi le associazioni NON a scopo di lucro di fatto non possono partecipare; Non è presente un capitolato e non sono ben definiti i posti barca del transito e la tariffa da applicare; Non è ben specificato quali possibilità di competenza avrà il concessionario su pontili galleggianti; In generale, non è possibile redigere un business plan, dato il tempo stretto di soli trenta giorni indicati dal Bando; Assegnare il porto ad un privato per 12 anni senza inserire delle linee guida precise porterebbe con molta probabilità a far prevalere l’interesse privato da quello pubblico; 

- Mancanza del Piano regolatore Portuale quale strumento attuativo che indichi e garantisca quali opere di messa in sicurezza dovranno essere realizzare oltre al miglioramento dei servizi a terra ed a mare.

La cittadinanza Campese ha il massimo interesse a voler regolamentare il porto. Ci sono state delle rassicurazioni verbali da parte dell’Amministrazione ad alcuni cittadini su vari aspetti, chiediamo in primis che queste rassicurazioni vengano recepite formalmente e che i posti barca attualmente presenti vengano mantenuti e non ridotti per far risultare più appetibile il porto al privato.

Rinviare il bando durante il periodo invernale consentirebbe un confronto con i rappresentanti delle varie categorie commerciali e con i diportisti che potranno essere partecipi alla stesura di un documento che tuteli maggiormente tutti.

Il porto è un bene pubblico del Comune e dei Cittadini, non vogliamo assolutamente che l’interesse privato prevalga rispetto a quello pubblico.

La sfida dovrebbe essere quella di apportare dei miglioramenti all’infrastruttura esistente, grazie anche al sostegno del privato.

Se il privato riuscirà a creare nuovi posti barca grazie ad un progetto importante senza diminuire i posti dei cittadini campesi allora saremo i primi a sostenerlo".


I cittadini Campesi


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Quanto è avvenuto a Procchio nei giorni scorsi sta facendo discutere sui social. Interviene anche la Fondazione Bolano a difesa dell'opera cancellata
Orari traghetti Elba Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Sport

Attualità

Sport