Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:11 METEO:PORTOFERRAIO15°22°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
giovedì 30 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
L'invasione del Vermocane: tutto quello che c'è da sapere

Attualità sabato 25 febbraio 2017 ore 17:20

Ciclabile, il cantiere abbandonato ora pericoloso

La realizzazione della ciclabile a La Pila è bloccata da ormai quasi due anni e ora diventa un rischio per chi la percorre



CAMPO NELL'ELBA — Si sta lentamente guadagnando l'appellativo di Salerno - Reggio Calabria elbana. E' la pista ciclabile di La Pila che, come l'autostrada entrata ormai nell'immaginario collettivo come sinonimo di opera incompiuta, giace da quasi due anni in stato di abbandono.

A far guadagnare nuovamente l'onore delle cronache all'opera che avrebbe dovuto costituire l'ingresso ciclabile a Marina di Campo è la denuncia di Lara Marchiani, cittadina campese, che percorrendone un tratto è incorsa in un incidente a causa del cedimento di uno dei pannelli messi a copertura degli alloggi destinati all'illuminazione pubblica.

Effettuando un sopralluogo risulta evidente come tutti i pannelli abbiano ceduto alla lunga esposizione alle intemperie ed è evidente lo stato di abbandono del cantiere. Una condizione non certo nuova se da queste pagine, già il 10 marzo 2015, denunciammo come di operai al lavoro non se ne vedesse da tempo nemmeno l'ombra.

La situazione, ad un anno esatto di distanza, è quindi rimasta la medesima con l'aggravante che, nel frattempo, la ditta esecutrice dei lavori, Terra Uomini Ambiente, è fallita consegnando i libri in tribunale. 

Percorrendo i 2,4 km di tracciato si nota la ricrescita della vegetazione che va a coprire parte della carreggiata occludendo il doppio senso di circolazione riservato a pedoni e bici, l'accumulo di rifiuti a lato della strada e colpisce la realizzazione dei cordoli in cemento che mostrano uno spigolo vivo.

Se pure non delimitato quello della ciclabile è tecnicamente ancora un cantiere aperto e dovrebbe esserne impedito l'utilizzo ma l'assenza di personale al lavoro e l'incuria prolungata hanno fatto in modo che elbani e turisti, non certo tenuti ad essere informati sullo stato di avanzamento dei lavori nei cantieri elbani, la utilizzassero con i pericoli che ne conseguono.

Per il completamento dell'opera manca il collaudo che in questi casi non viene affidato alla ditta esecutrice ma effettuato dal personale tecnico comunale o da un soggetto terzo delegato. Collaudo che allo stato attuale non potrebbe essere realizzato mancando, fra l'altro la parte dell'illuminazione.

E' questo un capitolo separato che fotografa bene la situazione: la ditta incaricata di fornire gli elementi di illuminazione aveva proceduto all'acquisto e alla messa in opera anticipando quindi denari e lavoro ma dopo più di un anno di latitanza da parte di chi doveva saldare il conto, ha provveduto smontare gli elementi per salvaguardarne il valore materiale.

La ciclabile di La Pila è in realtà lo stralcio di un progetto complessivo di piste ciclabili che prevedeva anche il tratto La Foce - via dell'Acquedotto, poi realizzato, e il tratto di via Pietri in ingresso a Marina di Campo. Un progetto approvato nel 2011 ma che è arrivato alla definizione esecutiva solo nel 2013 e che, da quando sono iniziati i lavori il 21 ottobre 2014, ha subìto tre varianti in corso d'opera per uno stanziamento di oltre 260mila euro.

Una patata bollente che attenderà sulla scrivania del nuovo sindaco se si vuole evitare che per un'altra estate ancora turisti, ospiti e campesi percorrano le spoglie di un cantiere abbandonato.

Luca Lunedì
© Riproduzione riservata


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Il cantiere abbandonato della ciclabile a La Pila
Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Marcella Merlini, candidata a sindaco di Portoferraio della lista "Bene Comune" spiega le due ragioni per cui non partecipa al confronto sul bilancio
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Lavoro

Attualità

Sport

Elezioni