Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:29 METEO:PORTOFERRAIO12°14°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
sabato 24 febbraio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Russia-Ucraina, secondo anniversario della guerra: la manifestazione dei parenti dei prigionieri di guerra a Kiev

Politica martedì 04 luglio 2023 ore 11:13

"Tre municipi e relativi consigli, quando?"

Palazzo municipale di Rio Marina

Il grande di minoranza consiliare di Rio "Cambiamo!" chiede risposte al sindaco Corsini attraverso una interrogazione



RIO — Una interrogazione al sindaco di Rio Marco Corsini, sull' impegno preso a costituire tre municipi, compreso quello di Cavo e i rispettivi consigli.

È quanto chiede il gruppo di minoranza consiliare "Cambiamo!".


"Egr. Sig. Sindaco, premesso che il Consiglio Comunale di Rio, in data 26 giugno 2019 votava una mozione presentata dalla minoranza Terra Nostra nella quale si chiedeva il municipio anche al Cavo, oltre a quelli di Rio Marina e Rio nell’Elba, previsti nel nuovo statuto comunale nato dal referendum del 2017, nonché la costituzione dei Consigli di Municipio, essenziali per la vita associativa del Comune e per la partecipazione attiva dei cittadini alla vita amministrativa, - si legge nel documento della minoranza riese - e considerato che detti cittadini esprimendo il loro consenso alla fusione, hanno implicitamente approvato il programma del comitato nel suo complesso, veniva chiesto l’impegno al presidente del Consiglio comunale a dare sollecita attuazione ai detti municipi e ai rispettivi consigli, previa costituzione di una commissione consiliare aperta al contributo dei corpi intermedi e a singoli cittadini, allo scopo di elaborare i relativi regolamenti e dare attuazione anche al municipio di Cavo. Visto che il sindaco in risposta al Consiglio comunale (seduta del 11 ottobre 2019) aveva preso impegno a fare queste cose prima della fine della legislatura scorsa (relazione in consiglio al 2020, mai avvenuta) e comunque non oltre il 2023, veniamo a chiedere se non ritenga opportuno dare seguito al Suo impegno assunto in quell’occasione, onorando la Sua parola e dando seguito alla volontà popolare (visto che i 900mila euro annui derivanti dalla fusione li ha trattenuti, eccome!) e cosi favorendo un più diretto coinvolgimento dei cittadini alla vita pubblica; provvedendo anche ad istituire appositi uffici di pubblica relazione quale interfaccia di prima necessità con il pubblico, che aiuti a migliorare la qualità della vita soprattutto nelle frazioni più periferiche".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Giornata di allerta meteo e dalle prime ore della mattinata arrivano anche i disagi nei collegamenti marittimi
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Adolfo Santoro

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità