QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 10° 
Domani 10°10° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
giovedì 13 dicembre 2018

Attualità venerdì 16 novembre 2018 ore 16:50

Maltempo, alla Toscana un milione e mezzo

Il presidente Rossi nominato commissario. La Protezione civile nazionale ha firmato un’ordinanza per gli interventi urgenti in nove regioni



ROMA — Il Capo del Dipartimento della Protezione civile, Angelo Borrelli, ha firmato l'ordinanza che disciplina i primi interventi urgenti conseguenti all'eccezionale ondata di maltempo che, a partire dallo scorso ottobre, ha interessato Calabria, Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Toscana, Sardegna, Siciliana, Veneto e le Province autonome di Trento e Bolzano. 

Il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi è stato nominato commissario così come i presidenti di Calabria, Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Toscana e Veneto. 

Con questa ordinanza vengono destinati alla Toscana 1,5 milioni di euro: serviranno per finanziare gli interventi più urgenti e per consentire la piena ripresa delle normali condizioni di vita delle popolazioni interessate e la messa in sicurezza dei territori e delle strutture che sono stati colpiti dagli eventi meteorologici.

In Lazio, Lombardia, Sardegna i commissari sono i direttori della protezione civile delle varie Regioni.

Si è appreso che l'ordinanza prevede ampia flessibilità organizzativa. I commissari possono disporre degli uffici regionali, provinciali, comunali, nonché delle loro società in house e delle amministrazioni centrali e periferiche dello Stato.

Rossi, così come gli altri commissari, ha il compito di stilare un piano di interventi urgenti.

Nell'ordinanza, tra le misure di immediato sostegno al tessuto economico e sociale nei confronti della popolazione e attività produttive colpite dal maltempo, è previsto un contributo una tantum di cinquemila euro massimo per i nuclei familiari la cui abitazione principale risulti compromessa nella sua funzionalità dal maltempo e massimo ventimila euro per l'immediata ripresa delle attività economiche e produttive. 

I suddetti contributi, devono essere approvati da un commissario e sono riconosciuti solo nella parte eventualmente non coperta da polizze assicurative. 

Anche i commissari possono assegnare un contributo, quello per l'Autonoma Sistemazione (CAS) ai nuclei familiari la cui abitazione principale sia stata distrutta, in tutto o in parte, o sia stata sgomberata (contributo mensile da 400 a 900 euro). 



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità