Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:30 METEO:PORTOFERRAIO13°17°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
mercoledì 17 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Accesa a Olimpia la torcia olimpica: inizia il viaggio verso l’inaugurazione di Parigi 2024

Cronaca mercoledì 24 luglio 2019 ore 08:43

Palazzina esplosa per il gas, la terza vittima

Nella notte è deceduto anche l'uomo di 76 anni ricoverato con ustioni gravissime nell'ospedale di Cisanello. In condizioni ancora critiche la figlia



PORTOFERRAIO — C'è un'altra vittima della terribile esplosione provocata dalla fuga di gas che ieri mattina all'alba ha fatto crollare una palazzina in via De Nicola: si tratta di Alberto Paolini, l'uomo di 76 anni ricoverato in condizioni disperate all'ospedale Cisanello di Pisa per le ustioni riportate sul 90 per cento del corpo. Paolini è morto nella notte.

E' invece in prognosi riservata la figlia Lisa Paolini, 46 anni, anche lei ustionata in varie parti del corpo e ricoverata sempre a Cisanello. I medici definiscono le sue condizioni critiche ma stabili.

In prognosi riservata all'ospedale di Livorno la moglie di Paolini, Silvia Pescatori, 75 anni, sorella della prima vittima recuperata fra le macerie della villetta, Silvano Pescatori, 67 anni. La donna ha riportato alcune ustioni ma le ferite più gravi sono state provocate da alcuni calcinacci che le sono piovuti addosso.

Nel crollo dell'edificio provocato dalla deflagrazione è deceduta anche la moglie di Silvano Pescatori, Grazia Mariconda, 76 anni, originaria di Avellino. La coppia risiedeva a Livorno.

Proseguono intanto le indagini sulle cause della fuga di gas, avvenuta all'interno dell'edificio. Nella palazzina crollata c'erano tre appartamenti: quello in cui soggiornavano periodicamente Silvano Pescatori e la moglie Grazia Mariconda, quello dei coniugi Paolini in cui si trovava anche la figlia Lisa e quello abitato da una coppia con un figlio, usciti miracolosamente tutti e tre  incolumi dal disastro. Le forze dell'ordine stanno eseguendo verifiche e controlli sugli impianti delle tre abitazioni. All'esterno dell'immobile di sono tre gruppi di bombole di gpl, uno per ogni appartamento. Ma la perdita di gas fatale e l'innesco della deflagrazione si sono verificati all'interno. 

Vedi qui sotto gli articoli collegati


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
A ricostruire la vicenda è il sindacato di polizia penitenziaria Sappe che torna a chiedere più mezzi e personale in servizio
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Politica

Politica

Sport