comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 08:30 METEO:PORTOFERRAIO14°16°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
sabato 28 novembre 2020
corriere tv
Le ultime immagini di Maradona, passeggia e ricambia il saluto di una bambina

Imprese & Professioni domenica 29 marzo 2020 ore 06:25

Covid19, a cosa serve sanificare uffici e ambienti di lavoro

L’emergenza sanitaria che stiamo vivendo in questo periodo sta spingendo le aziende ed i negozi ad intraprendere delle misure eccezionali, non solo per quanto riguarda lo smartworking



TOSCANA — Se da un lato alcune attività sono state costrette a chiudere al pubblico, altre stanno continuando ad offrire i propri servizi perché considerati essenziali. È il caso dei supermercati, che si stanno organizzando al meglio per limitare il rischio di contagio e per tutelare la salute dei propri dipendenti, oltre che quella dei clienti.

La priorità, oggigiorno, per tutte le aziende deve essere quella di sanificare gli ambienti di lavoro. Come ormai sappiamo il Covid19 è in grado di resistere sulle superfici e di conseguenza è fondamentale che ogni ambiente sia sanificato in modo corretto, per consentire il massimo della sicurezza per tutti. E' bene però anche specificare che la principale via di contagio resta quella per via aerea e non da contatto con superfici contaminate. 

Sanificazione: come deve essere fatta

La sanificazione è un’operazione di pulizia particolarmente accurata, il cui obiettivo è quello di eliminare completamente qualsiasi tipologia di virus o batterio dagli ambienti. Le superfici devono essere quindi disinfettate con cura e possono essere diverse le modalità con cui si intraprende una sanificazione.

Naturalmente, scegliere il detergente corretto è molto importante perché non tutti i detersivi sono in grado di debellare anche i virus e questo è un fattore che bisogna sempre tenere in considerazione. Per sanificare le superfici che potrebbero essere entrate in contatto con una persona infetta da Covid19, bisogna utilizzare sostanze chimiche specifiche ossia alcol e candeggina. Queste sono le poche di uso comune che riescono a uccidere il virus e che quindi permettono di sanificare in modo corretto. I detergenti tradizionali utilizzati anche in casa potrebbero risultare del tutto inutili da questo punto di vista, quindi bisogna prestare attenzione.

All’interno delle aziende è possibile richiedere un intervento di sanificazione professionale, ma si può anche gestire la cosa internamente. L’importante è adottare i prodotti corretti, in modo da essere certi di uccidere il virus e quindi garantire la massima sicurezza a tutti.

Dispositivi di protezione: perché sono indispensabili

Durante la sanificazione è ancora più importante che il personale che si occupa di questa attività sia dotato di dispositivi di protezione adeguati, non solo per proteggersi dal rischio di contagio. Ricordiamo che i detergenti chimici utili per sconfiggere il Covid19 sono irritanti e tossici, quindi non dovrebbero entrare direttamente in contatto con la pelle e nemmeno con le vie respiratorie.

Per questo motivo, il personale che si occupa della sanificazione deve avere a disposizione tutto il necessario per effettuare la disinfezione degli ambienti e delle superfici in tutta sicurezza.

Cosa occorre dunque? Una mascherina protettiva come quelle che si utilizzano oggi tutti i giorni per proteggersi dal rischio di contagio è fondamentale ma non basta. Sono altrettanto importanti anche i guanti, non solo per proteggere la pelle dagli agenti chimici. Se infatti si toccano superfici contaminate da Covid19, si rischia di portare il virus su altre superfici.

Durante la sanificazione dunque occorre prestare una particolare attenzione a tutto quello che si tocca e alle superfici con le quali si entra in contatto.



Tag
 
Orario voli Silver Air Orari traghetti Elba Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità