Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 06:30 METEO:PORTOFERRAIO16°19°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
martedì 26 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Otto e mezzo, Obama e Springsteen: «Noi outsider? Ci interessa dare voce agli esclusi»

Cronaca sabato 07 dicembre 2013 ore 16:05

Stalking, arrestato 47 enne. Molestava la ex



ISOLA D'ELBA - E' stato arrestato con l'accusa di stalking un uomo di 47 anni di Capoliveri. da tempo l'uomo aeva assunto comportamenti vessatori nei confronti della ex compagna con la quale aveva avuto una storia lunga e difficile sfociata nella separazione. La donna lo ha denunciato e le indagini condotte dall'Arma dei carabinieri dell'Isola d'Elba ha portato all'aresto per scopo cautelare dello stalker.
L’uomo arrestato questa mattina dai carabinieri appartiene proprio alla categoria degli ex e stando agli elementi raccolti dall’Arma capoliverese sarebbe di quelli che, interrotto da tempo un rapporto sentimentale importante, duraturo ma burrascoso e presumibilmente ormai logoro, non è riuscito a gestirne le conflittualità senza sfociare nella violenza: sia essa fisica o psicologica.
In dieci mesi l’uomo ha compiuto una escalation negativa di atti persecutori che ha pochi precedenti sull’isola e che va ben oltre il concetto classico di stalking sopra descritto.
Per condizionare la propria ex compagna su determinati comportamenti da tenere o non tenere (soprattutto sulle frequentazioni), l’uomo ha commesso una serie di reati che documentati dall’attività di polizia giudiziaria dei carabinieri ha portato il GIP del Tribunale di Livorno a emettere una ordinanza di custodia cautelare in carcere, appunto eseguita all’alba di oggi.
La donna, poco più che 30enne, anch’essa dell’isola, secondo la ricostruzione dei fatti sarebbe stata pesantemente picchiata, più volte insultata e gravemente minacciata- a voce o via sms-, nonché privata, per un periodo, del proprio telefono (dal quale sono stati cancellati numeri di telefono, messaggi, foto etc.) e della chiave dell’automobile, presumibilmente per limitarne i movimenti o anche solo per fine vessatorio.
Inoltre l’uomo avrebbe interferito gravemente nei contatti interpersonali della sua vittima, al fine evidente di controllarli o gestirli, servendosi dei più usati e noti social network, sui quali avrebbe adoperato, ovviamente senza alcun titolo né permesso, i suoi profili e la sua posta elettronica, pubblicando, altresì, commenti diffamanti.
Un quadro di vessazioni assai complesso, quindi, sul quale l’A.G., a giorni farà ulteriore luce dopo l’interrogatorio di garanzia dell’uomo, che in attesa del suo destino, all’interno della Casa Circondariale livornese, rischia una condanna per un delitto, quello di atti persecutori, che gli ultimi interventi di legge hanno inasprito nelle pene, che ora oscillano tra i sei mesi e i cinque anni di reclusione.
Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La scorsa settimana l'amministrazione di Marciana Marina ha segnalato due nuovi casi positivi sul territorio comunale. I dati del bollettino regionale
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alfredo De Girolamo e Enrico Catassi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Lavoro

Attualità

Attualità