Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 08:59 METEO:PORTOFERRAIO24°27°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
mercoledì 06 luglio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Carlos Santana sviene durante un concerto, il panico e i soccorsi sul palco

Attualità giovedì 09 luglio 2020 ore 09:10

Proroga convenzione Mit-Cin, l'Antitrust segnala

un traghetto di Tirrenia
Un traghetto di Tirrenia

L'Autorità garante della concorrenza e del mercato ha inviato una segnalato a Parlamento e Governo sul Decreto Rilancio, rilevando criticità



ROMA — L'Autorità garante della concorrenza e del mercato con una nota fa sapere che nella riunione del 1 Luglio ha deliberato di segnalare alcune disposizioni del decreto-legge 19 Maggio 2020, il cosiddetto Decreto Rilancio, attualmente in fase di conversione alla Camera dei deputati.

I principali punti di interesse, che hanno rivelato le maggiori criticità per l'Antitrust sono cinque e li ha segnalati a Parlamento e Governo. Due di queste criticità riguardano alcune misure sui collegamenti marittimi e la portualità.

Nella prima segnalazione l'Antitrust si esprime sulla proroga della convenzione tra il Mit e Cin (Tirrenia) spa.

“L’Autorità – si legge nella nota dell'Antitrust - ha rilevato, in linea con le osservazioni già formulate al MIT nel 2019, l’eccessiva durata della proroga del regime concessorio (concernente i collegamenti marittimi di interesse nazionale, con le isole maggiori e minori) ritenuta ingiustificata anche a seguito dell’ulteriore rallentamento delle attività propedeutiche alla procedura di affidamento, previste dall’art. 4 del Regolamento del Consiglio (Cee) n. 3577/92 e dalla delibera dell’Autorità di regolazione dei Trasporti n. 22/2019 del 13 marzo 2019, causato dagli effetti della pandemia. L’Autorità auspica, dunque, che tale proroga sia ridotta al tempo minimo necessario per individuare il/i nuovo/i affidatario/i del servizio di trasporto marittimo tra la Penisola e le isole maggiori e minori, e che comunque essa non superi il 31 dicembre 2020”.

Il secondo provvedimento che non convince l'Antitrust è quello che definisce “l’ennesima proroga delle concessioni (artt. 199 comma 3, 182 comma 2) in materia di servizi portuali, concessioni demaniali marittime e di grandi derivazioni d’acqua a scopo idroelettrico)”.

A questo proposito si legge nella nota: “L’Autorità auspica che il legislatore in relazione a tali misure effettui un attento bilanciamento tra i benefici di breve periodo e i possibili costi che si potrebbero manifestare in un orizzonte temporale più ampio, atteso che le proroghe ritardano il confronto competitivo per il mercato e limitano i benefici derivanti dall’affidamento attraverso procedure di gara ad evidenza pubblica”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
È questo il bilancio dei nuovi contagi accertati sull'isola nelle ultime 24 ore in base al monitoraggio regionale giornaliero
Orari traghetti Elba Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cultura

Attualità