Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:00 METEO:PORTOFERRAIO19°21°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
venerdì 22 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Quota 100, Draghi: «Non sarà rinnovata e puntiamo a un graduale ritorno alla normalità»

STOP DEGRADO venerdì 02 luglio 2021 ore 10:40

Raccolta rifiuti, "il Comune ignora i problemi"

Foto di: Google maps

A segnalare le difficoltà del nuovo sistema di raccolta porta a porta è il Pd di Rio Marina e Cavo che rileva criticità anche nel Centro di raccolta



RIO — Il servizio porta a porta attivato nel Comune di Rio da Febbraio 2021 continua a sollevare segnalazioni, in particolare in piena stagione turistica.

"Il Comune di Rio non può continuare a ignorare i problemi sorti con la raccolta differenziata porta a porta - spiega il Circolo Pd di Rio Marina e Cavo in una nota - sia perché è stata l’amministrazione comunale ad affidare l’appalto del servizio a Esa, sia perché le persone pagano alle casse comunali questa prestazione, e sia perché il comune è socio della medesima società per azioni". 

"Dai cittadini intanto giungono non solo segnalazioni, ma anche proposte costruttive - prosegue il Pd - per supplire alle mancanze che hanno riscontrato da quando in questi mesi è iniziato il servizio porta a porta. Tuttavia l’amministrazione comunale tace, come se i problemi non la riguardassero". 

"Che dire del centro di raccolta “Serrantone”, -aggiunge il Pd - al bivio per il cimitero di Rio Marina, dove continua a manifestarsi una sosta disordinata di automezzi lungo i due lati della strada tale da mettere in pericolo il normale transito automobilistico?" 

"Tuttavia i quesiti rimasti finora inascoltati sono anche altri. Solo per citarne alcuni: si va dallo smaltimento di pannoloni e pannolini (anziani e bambini), previsto un giorno la settimana che diventano due se questi sono inseriti nel sacchetto dell’indifferenziata, si passa poi allo scarto dei vegetali (sfalcio) tagliati nei giardini e si giunge allo smaltimento impossibile per le seconde case. Quest’ultimo problema dovrebbe essere risolto con le cosiddette stazioni mobili di Esa che funzioneranno con la tessera sanitaria (codice fiscale), ma anche qui c’è mancanza d’informazione, infatti non si sa quando, dove e quanti impianti saranno messi in ogni comune. Domandiamo nel caso specifico di Rio: saranno installati in ognuno dei quattro paesi? Chiediamo quindi agli amministratori locali impegno e chiarezza nell’interesse di chi qui ci vive e di chi ci viene di passaggio", conclude il Circolo Pd di Rio Marina e Cavo.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il consigliere regionale Petrucci di Fdi: “12 letti nuovi inutilizzati per manca personale, è una vergogna! Bezzini dia risposte all'Elba".
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Attualità

Attualità

Attualità