Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:53 METEO:PORTOFERRAIO15°18°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
martedì 11 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
L'ultimo saluto a Luana, morta sul lavoro a 22 anni: applausi, palloncini e forte commozione

Attualità martedì 27 giugno 2017 ore 18:35

Fusione riese, adesso la parola ai cittadini

Approvato all'unanimità il passaggio in consiglio regionale del quesito del referendum sulla fusione di Rio Marina e Rio nell'Elba



RIO NELL'ELBA — Approvato in consiglio regionale il quesito referendario per la fusione dei Comuni di Rio Marina e Rio nell'Elba. Il testo (leggi l'articolo correlato) è stato formulato dal consiglio regionale che, all'unanimità, ha espresso parere favorevole alla delibera che indice il referendum.

Il presidente della commissione Affari istituzionali, Giacomo Bugliani (Pd), ha precisato che si tratta di una proposta di legge di iniziativa della giunta regionale, che ha alla base le delibere dei due consigli comunali. 

E’ stato Gabriele Bianchi (M5S) ad annunciare il voto favorevole del gruppo, sottolineando che si tratta di comuni molto piccoli, che insieme raggiungerebbero poco più di tremila abitanti. “Ci sono fusioni che hanno un senso, rispetto a fusioni a freddo, fatte solo per fini politici e partitici” ha affermato Stefano Mugnai (Forza Italia), mentre Marco Casucci (Lega Nord) ha ribadito la necessità di una revisione della normativa nazionale e regionale sulle fusioni, che devono essere precedute da studi di fattibilità tecnica e finanziaria, in modo che tutti i cittadini conoscano vantaggi e svantaggi.

“Il dibattito sulle fusioni dei Comuni nel territorio elbano ha una storia che inizia anni fa. - ha commentato Gianni Anselmi, presidente commissione Sviluppo economico intervenendo in aula - La bocciatura del referendum per l’unificazione di tutti i comuni dell’Isola del 2013, a cui spesso si fa riferimento, ebbe sue motivazioni, chiare, che ben differiscono da quelle che hanno portato. Sono convinto che la fusione delle due amministrazioni comunali, senza sottrarre nulla alla forza identitaria di ciascuna delle due Rio, possa dare più peso e coerenza alla progettualità di quell’area preziosa dell’Isola. Tutto ciò che alza l’asticella della programmazione strategica e riduce la frammentazione istituzionale è per noi il benvenuto; tuttavia la scelta è in mano ai cittadini che potranno presto pronunciarsi nella consultazione referendaria".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Orari traghetti Elba Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alfredo De Girolamo e Enrico Catassi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

CORONAVIRUS