Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:15 METEO:PORTOFERRAIO18°20°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
sabato 25 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
La voce di Robert De Niro nello spot elettorale di Joe Biden: «Donald Trump è un dittatore, vuole vendetta»

Attualità giovedì 13 aprile 2017 ore 10:37

Progetti privati per le terme di Cavo

Lo studio Cacelli & Partners​ di Londra avanza proposte circa l'uso delle acque geotermiche nel Comune di Rio Marina



RIO MARINA — "Noi crediamo che la scoperta delle acque geotermiche nel Comune di Rio Marina sia un’opportunità di business internazionale. Da anni stiamo lavorando al progetto, lo abbiamo intitolato Arethusa Project ed è consultabile sul sito internet a lui dedicato.

Nella metà del mese di marzo abbiamo presentato al Comune di Rio Marina, Regione Toscana e Parco Nazionale una manifestazione d’interesse nella quale sono descritte le nostre intenzioni, idee e suggerimenti. Abbiamo scritto che, secondo la nostra esperienza e visione, a Cavo ci potrebbero essere 5 possibili localizzazioni secondo la scelta dell’investitore in accordo con i gestori interessati all’utilizzazione primaria delle acque.

Integrati nella stessa area, separate ma comunicanti, gestite da due società diverse entrambe specializzate nei rispettivi settori ai massimi livello internazionali. Nel frattempo stiamo elaborando un piano di fattibilità economico finanziaria da presentare ai nostri clienti e da questo emergerà di conseguenza anche la localizzazione idonea per un investimento del genere. 

Nella manifestazione d’interesse abbiamo anche suggerito due azioni programmatiche tendenti a rafforzare la vocazione ambientale del territorio: creazione di una Full Clean Air Area ed un diverso approvigionamento energetico (onde e correnti marine).

L’amministrazione comunale di Rio Marina ha scritto di recente al Presidente della Regione Toscana chiedendogli di localizzare l’insediamento termale in in una determinata area.

Secondo noi, in questo momento, è niente di più sbagliato. Prima di individuare una localizzazione l'amministrazione comunale dovrebbe redigere un piano di marketing e fattibilità territoriale.

Sarà comunque il concessionario, che ha vinto la gara per l’utilizzo delle acque, a decidere l’uso secondo naturalmente la convenzione che sarà stipulata tra Comune e concessionario stesso. Su questo punto il Comune deve avere le idee ben chiare, ma prima secondo noi, deve avere anche le idee chiare sulla vocazione del territorio verso questo nuovo settore economico produttivo.

Conoscere con largo anticipo, rispetto all’inizio della procedura di evidenza pubblica, i dati chimico-fisici dell’acqua è essenziale, per chi vuol fare un investimento.

Riteniamo che lo sviluppo economico di un territorio lo si ottiene se gli uomini politici ascoltano, assistono, consigliano, ragionano e si confrontano con chi investe i propri denari. Se i politici sono autoreferenziali, chiusi su se stessi e sulle proprie idee lo sviluppo economico fallisce".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'ambulanza era parcheggiata ed è stata presa in pieno da un'auto parcheggiata proprio sotto la sede dei carabinieri in centro
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Politica

Elezioni