Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:30 METEO:PORTOFERRAIO25°28°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
venerdì 12 agosto 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Quando Calenda diceva: «Non farò politica con Renzi, l'ho detto 6 mila volte. Mi fa orrore»

Politica sabato 29 aprile 2017 ore 10:00

Bosi interviene sulle Terme

L'ex sindaco commenta: "Sulle terme a Cavo e sul recupero delle aree ex minerarie servono meno parole e più fatti"



RIO MARINA — "Trovo interessante il dibattito pubblico che si è aperto sui problemi del compendio ex minerario e sull’utilizzo delle acque termali di Cavo. 

Si tratta di due grandi questioni che hanno importanza rilevantissima per lo sviluppo economico e sociale del comune di Rio Marina e dell’Elba. Forse l’errore principale commesso è quello di non aver tenuti distinti i due argomenti. 

Infatti le acque termali sgorgano a Cavo e lì possono essere tranquillamente utilizzate nel modo migliore e in tempi rapidi essendo ciò reso possibile, dalla vigente normativa, dato l’interesse pubblico, non solo locale, che esse rivestono. 

Ciò deve essere riconosciuto con un atto dell’amministrazione di manifestazione d’intenti strategici e di conseguente variante agevolata al Piano Strutturale e al Piano Operativo. L’averne ipotizzato il trasferimento a Cala Seregola, forse come passepartout, ha finito fatalmente per complicare le cose caricandole di problematiche, molto più complesse, di non facile soluzione.

Il tema della valorizzazione delle aree ex-minerarie di Cala Seregola è cosa importante che passa attraverso il ripristino ambientale, la ricucitura delle gravi lesioni paesaggistiche e la destinazione più idonea dei numerosi manufatti esistenti. 

Sono questioni da tempo messe al centro dei programmi dell’amministrazione comunale dal 2001 in poi. Esse furono affrontate nel Piano Strutturale di Rio Marina, approvato a fine 2005, anche dalla Regione e dal PNAT.

Spero e penso che nessuno possa ragionevolmente teorizzare che il degrado determinato dai vari fatiscenti manufatti possa essere considerato bello, così com’è, mentre il tempo, fatalmente, opera per la loro progressiva distruzione e nel modo peggiore. 

Credo che il compito del Comune di Rio Marina, divenuto proprietario di questi siti, sia oggi quello di ripartire dagli atti di pianificazione esistenti ed elaborare progetti per soluzioni concrete che vanno dall’abbattimento di murature prive di pregio, al recupero dei reperti aventi valore di archeologia industriale fino al recupero e riqualificazione, anche parziale, delle unità edilizie fatiscenti mutandone la destinazione in strutture ricettive alberghiere funzionali alla valorizzazione dell’intera area del Parco Minerario. 

Certo il tutto richiede studi e progetti di fattibilità e risorse finanziarie non impossibili da reperire in un contesto di condivisione con il PNAT, la Regione ed i Ministeri competenti. 

L’esperienza mi ha insegnato che i problemi non si risolvono, anzi si complicano, con i dibattiti e le polemiche, mentre il compito delle pubbliche amministrazioni è quello di parlare con gli atti concreti: progetti e delibere. 

Infine una risposta a Legambiente che mi indica fra i suoi detrattori. Personalmente ho sempre affermato di non contestare l’associazione in quanto tale ma mi sono limitato a criticare certe impostazioni ondeggianti tenute all’Elba che spesso somigliano più a contestazioni politiche che non di merito ambientale. 

In particolare la tendenza all’imbalsamazione di tutto anche di ciò che non ha interesse culturale specifico. In fondo nel Parco vivono anche gli uomini e le comunità con le loro esigenze fondamentali da tutelare. Sui tanto deprecati villaggi turistici solo una battuta: in alcuni di questi ho trovato la bandiera con il cigno di Legambiente, come la mettiamo?"


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Purtroppo è stato inutile ogni tentativo di rianimazione effettuato dai soccorsi intervenuti nella notte nella sua abitazione
Orari traghetti Elba Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cultura

Politica