Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:30 METEO:PORTOFERRAIO20°24°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
sabato 15 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Londra, Kate Middleton e la famiglia reale si affacciano dal balcone di Buckingham Palace

STOP DEGRADO martedì 24 agosto 2021 ore 10:08

"Disastro del porta a porta, lo avevamo previsto"

Il gruppo di minoranza consiliare "Terra Nostra" interviene sul degrado visibile per vie e strade nel territorio riese con il nuovo sistema



RIO — Il gruppo di minoranza consiliare Terra Nostra interviene sulle criticità emerse nel comune di Rio cln il sistema di raccolta rifiuti porra a porta, situazione su cui aveva già preannunciato difficoltà presentando anche una mozione.

"Il 12 dicembre 2020 - spiegano da Terra Nostra- eravamo stati facili profeti sul disastro che si sarebbe verificato nei paesi di Rio a seguito della sciagurata decisione di procedere alla raccolta differenziata col sistema porta a porta. Scrivemmo: “Diventeremo il paese dei gabbiani, e si creeranno fortissimi disagi alla popolazione e ai vacanzieri. Tutto ciò senza nessuna discussione preventiva né in Consiglio, né confrontandosi in assemblea coi cittadini(…) Ci sono interi paesi nelle provincie emiliane della costa che stanno tornando indietro specializzando tecnologicamente i sistemi di raccolta, perché si sono resi conto che il porta a porta non riesce dove c’è turismo, e crea disagi e situazioni di degrado.” 

"Il 2 aprile 2021, - prosegue la nota - ancora, scrivevamo: ” Questa era una buona occasione per investire sul futuro, per proiettare Rio all’avanguardia dello smaltimento, come è per Porto Azzurro. Il problema è che questa maggioranza è priva di idee, naviga a vista e “beve” tutto ciò che gli propinano, compresi sistemi obsoleti applicati da vent’anni in altri comuni, che via via si stanno abbandonando per i disagi che procura, lo sporco che comunque resta per strada, e gli alti costi che ha per la popolazione (aspettiamoci un bel salasso come Tari negli anni a venire)”. "

"Già altri comuni all’Elba - aggiungono dalla minoranza riese - ne avevano sperimentato le nefaste conseguenze e ciò che è successo questa estate, con i social networks riesi colmi di proteste e di foto inequivocabili in ogni frazione del comune, non hanno fatto che confermare ciò che avevamo intuito potesse accadere: dalle cucine delle abitazioni ridotte ad immondezzai, fino al degrado urbano dovuto alla mancata raccolta ed all’intervento di animali (e anche a chi non ha trovato all’inizio un servizio adeguato sui porti). E pensare che la Giunta l’aveva pensato per svolgere meglio il servizio di RSU!"

"Siccome vogliamo infierire, riproponiamo pari pari ciò che scrivemmo – inascoltati - nella mozione presentata in Consiglio Comunale, datata 15 dicembre 2020, e lo faremo lasciando il commento ai lettori: 

MOZIONE Il Consiglio Comunale di Rio, riunito in seduta straordinaria il ..... dicembre 2020 presso la casa municipale di Rio nell’Elba Considerato Che il Sindaco ha informato che dal prossimo 1 febbraio 2021 inizierà la raccolta differenziata porta a porta, al fine di favorire una più corretta gestione dei rifiuti urbani da parte dei cittadini, e che questa scelta non appare la più idonea a garantire il raggiungimento dell’obbiettivo di avere i nostri paesi più ordinati sotto il profilo dell’igiene urbana Rilevato Come anche in altre realtà similari si stiano ripensando questi sistemi di raccolta, non confacenti per località turistiche  dove esistano varie forme di residenza da parte dei soggiornanti, soprattutto in virtù del fenomeno delle seconde case, molto frequente sul nostro territorio comunale: realtà che si stanno orientando verso sistemi tecnologicamente più avanzati, meno impattanti verso la popolazione e più efficaci Invita il Sindaco e la Giunta ad effettuare studi e approfondimenti prima di dare il via all’operazione, utilizzando i fondi pervenuti alle Isole Minori per le progettazioni sul territorio o eventualmente quelli derivanti dalla Fusione, in maniera tale da iniziare a generare il futuro del Comune di Rio, proiettandolo nella costruzione delle avanguardie nel sistema delle tecnologie ambientali pulite dei prossimi anni trenta". 

"Avevamo ragione o no?", concludono dal gruppo consiliare Terra Nostra.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno