Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:00 METEO:PORTOFERRAIO24°27°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
domenica 21 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Pecco Bagnaia sposa Domizia, le nozze a Pesaro con tanti amici vip
Pecco Bagnaia sposa Domizia, le nozze a Pesaro con tanti amici vip

Attualità venerdì 05 luglio 2024 ore 16:45

Nido scavato ma mamma tartaruga va via

La spiaggetta con il nido scavato dalla tartaruga marina

Dopo i controlli di Legambiente Arcipelago Toscano è emerso che la tartaruga marina non ha deposto le uova alla spiaggetta



RIO — Aveva destato stupore e curiosità la tartaruga marina che questa mattina è stata sorpresa alla spiaggetta di Rio Marina, al Sasso, per scavare il suo nido e depositare le uova (leggi qui l'articolo).

Dopo che è stata avvisata la Capitaneria di porto e dopo che l'area è stata recintata, successivamente sul posto è arrivata Isa Tonso, volontaria di Legambiente Arcipelago Toscano per effettuare i controlli sulla eventuale nidificazione.

"La tartaruga marina aveva quasi finito di scavare il suo nido ma probabilmente è stata disturbata ed è andata via. Ora però è necessario fare attenzione perché potrebbe tornare", ha spiegato Isa Tonso.

Quindi al momento le uova di mamma tartaruga marina non ci sono.

Ora non resta che attendere che la tartaruga marina torni e possa trovare un ambiente tranquillo per poter depositare le sue uova.

Nel frattempo Legambiente Arcipelago Toscano attraverso una nota, dopo aver ringraziato Valeria Paoletti e Capitaneria di Porto "invita volontari, cittadini e turisti a fare molta attenzione e, nel caso di tracce, a chiamare subito il 1530 della Capitaneria di Porto e Legambiente Arcipelago Toscano al 3407113722. Legambiente e Parco Nazionale cercano volontari nei Comuni di Rio, Porto Azzurro e Capoliveri per monitorare ancora più spiagge, chi volesse aiutarci a trovare un "tesoro di biodiversità” fino alla fine di agosto si rivolga a:Tartarughe@legambientearcipelagotocano.com - Isa 3407113722".

"I Tartawatcher di Legambiente ricordano che le tartarughe marine sono una specie protetta e la loro nidificazione è tutelata ta dalla legge, quindi non vanno assolutamente disturbate o toccate mentre sono sulla spiaggia, bisogna tenersi ad almeno 5 metri di distanza e mai di fronte alla tartaruga in deposizione. Non fare rumore, evitare assolutamente di fare foto con il flash e preferibilmente fotografare la tartaruga a nidificazione terminata, quando ritorna in mare. Non avvicinarsi con cani, nemmeno al guinzaglio.
Altre informazioni si possono trovare anche sui cartelli messi dai volontari di Legambiente in molte spiagge dell’Isola d’Elba". 

"Il progetto tartarughe marine di Legambiente e Parco Nazionale fa parte del grande progetto europeo Life Turtlenest coordinato da Legambiente, che punta a migliorare la conservazione e la protezione della tartaruga marina comune Caretta Caretta del Mediterraneo e che vede la partecipazione di ARPAT e università toscane e i dati raccolti confluiscono nel progetto NatNet di Regione Toscana a cui partecipano attivamente le tre università di Pisa, Siena e Firenze insieme all’Istituto zooprofilattico sperimentale del Lazio e ad ARPAT", concludono da Legambiente.

Valentina Caffieri
© Riproduzione riservata


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'assessore del Comune di Portoferraio Ruggero Barbetti, dopo aver ricevuto la delega per riorganizzare uffici e servizi commenta la situazione
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Adolfo Santoro

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Politica

Attualità