Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 13:00 METEO:PORTOFERRAIO12°15°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
martedì 27 febbraio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Todde: «Orgogliosa e felice, rotto tetto di cristallo. Io prima donna Presidente della Sardegna»

Politica martedì 05 giugno 2018 ore 10:49

Qual'è davvero il sindaco che serve a Rio?

Le considerazioni di Marco Sollapi: "Meglio un primo cittadino part time preso da impegni nazionali, o un sindaco che tutte le mattine va in comune?"



RIO — A pochi giorni dalle elezioni riesi il dibattito, specie sui social media e sui blog, si concentra ovviamente sui tre candidati a sindaco per il riunificato comune di Rio. Un contributo alla lettura delle diverse opportunità arriva da Marco Sollapi, opinionista spesso ospitato dalle testate giornalistiche locali. Lo proponiamo ai nostri lettori, restando ovviamente aperti a repliche, nel rispetto delle regole e della par condicio.

"Intervengo brevemente sulla polemica che si è scatenata sui social tra coloro che sostengono che il futuro sindaco di Rio, dopo la fusione, avrà un lavoro duro da svolgere e questo richiede la sua presenza costante in comune.

Questa potrebbe essere garantita solo dai candidati Canovaro e Barghini ma non nel caso fosse eletto Corsini il quale ha detto che continuerebbe a lavorare a Roma e verrebbe solo qualche ora la settimana.

Per un certo sig. Cacelli, da Londra, amico di Corsini, il sindaco è più utile che rimanga nei luoghi dove si esercita il potere, dove si incontrano coloro che prendono le decisioni e che, poi, rimanga connesso con la macchina amministrativa attraverso i moderni sistemi di comunicazione.

Ipotizziamo di assimilare il sindaco ad un buon padre di famiglia. Quale è il modello di comportamento ideale per quest'ultimo?

Dovrebbe rimanere tutto il giorno in casa con la moglie e i figli , ad accendere il fuoco , ad aiutare la moglie , senza portare nulla in casa; o dovrebbe uscire andare a caccia in riserva, magari tenersi in contatto via cellulare per accertarsi che tutto è a posto e poi, la sera, arrivare carico di fagiani e pernici? Secondo Cacelli questo dovrebbe fare un sindaco moderno. Il ragionamento, in astratto, non fa una grinza.

Ma, nel caso di Rio, questo sarebbe impossibile, o quasi.

Perché, nella prima fase, dopo la fusione, si tratterà di organizzare la macchina amministrava. Un lavoro paziente, di messa a punto di tutti i meccanismi.

La macchina amministrativa di Rio è come un auto da corsa prima di una competizione importante. E’ un auto messa male e deve essere controllata con rigore perché, come ha dimostrato la vicenda De Santi, la carburazione non funziona , la frizione slitta, le ruote sono fuori posizione, il motore batte in testa. A utilizzarlo così o non parte o, se parte, può essere pericoloso. Questi controlli dovrebbero esser fatti sotto la direzione attenta di un capo officina, in questo caso il sindaco in persona.

Quando tutto sarà portato a compimento, i funzionari, se all’altezza del loro compito, la potranno guidare con onestà e passione, come se fossero dei Nuvolari. Solo allora il sindaco potrebbe allontanarsi in cerca di prede, ma non prima. E su questo non c’è dubbio. Però questo lavoro di controllo e di messa a punto, che è fondamentale, lo può fare solo chi è abilitato istituzionalmente, cioè il sindaco che firma tutto quello che fa e quindi se ne assume la responsabilità. Ecco perché il sindaco di Rio dovrà esser uno che vive nel territorio e ogni mattina è in comune.

Invece il lavoro esterno nelle stanze del potere in cerca di idee, di proposte per la risoluzione dei problemi attivando personaggi importanti, può esser svolto da una persona molto preparata, molto abile e che non ha bisogno i presentarsi con la fascia tricolore.

Corsini, persona molto preparata, essendo legato a questa terra, potrebbe avere un ruolo importante aiutando e suggerendo . Cioè, potrebbe agire a favore del territorio dove giocava da bambino. Non posso pensare che un personaggio di questo livello, per dare una mano , abbia bisogno di ottenere in cambio la poltrona di sindaco di Rio. Io non ci credo perché, essendo una persona intelligente capisce che non gli farebbe onore".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Sono passati 20 anni da quell'intervento che ha unito per sempre due cugini e che ha salvato la vita ad uno di loro
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Marco Celati

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Lavoro

Lavoro

Politica

Monitor Traghetti