Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:00 METEO:PORTOFERRAIO24°27°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
domenica 21 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Pecco Bagnaia sposa Domizia, le nozze a Pesaro con tanti amici vip
Pecco Bagnaia sposa Domizia, le nozze a Pesaro con tanti amici vip

Cronaca venerdì 14 giugno 2024 ore 17:50

Operatore balneare evade 250mila euro

La Guardia di Finanza ha scoperto che un operatore balneare noleggiava 200 ombrelloni ma ne aveva dichiarato la metà



PROVINCIA DI LIVORNO — Proseguono senza sosta le attività di controllo economico del territorio da parte delle Fiamme Gialle coordinate dal Comando Provinciale di Livorno al fine di tutelare gli operatori economici onesti.

Come spiega la Guardia di Finanza in una nota, particolare attenzione viene prestata al  “distretto turistico-balneare” dato che che la provincia di Livorno ha migliaia di imprese, operatori e lavoratori che operano in questo contesto economico.

In tale ambito è stata svolta una verifica fiscale nei confronti di uno stabilimento balneare, finito nel mirino delle Fiamme Gialle a causa di vari indizi di pericolosità venuti in evidenza.

L’attività è nata da un approfondimento di vari alert di rischio, analisi di dati dichiarativi e “matching” delle varie informazioni acquisite dai militari, emergendo in particolare il basso reddito  redditività dichiarato annualmente rispetto al numero di ombrelloni ed al sicuro ampio volume di fruitori dell’attività.

Dopo aver avviato in concreto e sul posto l’ispezione economico-finanziaria con “modalità tali da arrecare la minore turbativa possibile” in ossequio alle garanzie fornite dall’articolo 12 dello Statuto dei Diritti del Contribuente, i finanzieri hanno proseguito in ufficio le attività ispettive, approfondendo l’analisi della ampia documentazione acquisita, sempre in costante e doveroso contraddittorio con la parte.

E’ in particolare emerso come il numero di ombrelloni e dei clienti stagionali dichiarati nei cosiddetti Modelli ISA (Indicatore Sintetico di Affidabilità) fossero in modo evidente non congrui e palesemente non in linea con le effettive e reali potenzialità dello stabilimento da oltre 200 ombrelloni.

Addirittura ne venivano dichiarati fino al 50 per cento in meno.

Inoltre sono state contestate oltre trenta mancate emissioni di scontrini e ricevute fiscali per il noleggio  di ombrelloni e sdraio.

All’esito del controllo è stata contestata una complessiva evasione fiscale superiore ai 250mila euro tra imposte dirette (ricavi non dichiarati) ed IVA. 

A fronte delle puntuali e ampiamente motivate contestazioni delle Fiamme Gialle, la parte ha ritenuto quindi preferibile aderire al cosiddetto "ravvedimento speciale”, istituto che prevede il pagamento integrale delle imposte evase, ma con interessi legali e sanzioni in misure ridotta. 

L’operatore economico ha sanato la sua posizione, pagando al Fisco 180mila euro mediante versamenti con F24.


"L’operazione rientra nel più ampio dispositivo messo in campo dalla Guardia di Finanza di Livorno a tutela del distretto “turistico-balneare” labronico, nonché degli operatori onesti che rispettano le regole e delle Associazioni di categoria con le quali intercorre un costante e proficuo rapporto di collaborazione", conclude dalla Guardia di Finanza.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'assessore del Comune di Portoferraio Ruggero Barbetti, dopo aver ricevuto la delega per riorganizzare uffici e servizi commenta la situazione
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Adolfo Santoro

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Politica

Attualità