Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:30 METEO:PORTOFERRAIO25°28°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
lunedì 26 luglio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
La grandine manda in tilt l'autostrada A1: auto devastate, parabrezza sfondati e code infinite

Cronaca martedì 01 aprile 2014 ore 14:20

Progetto Unicef, 82 pigotte per 82 nuovi nati

Il sindaco alla cerimonia

Il comune di Campiglia aiuta i bambini del terzo mondo



CAMPIGLIA MARITTIMA — Sono stati 82 sabato mattina alle 10,30 i bambini nuovi nati invitati a ritirare la loro Pigotta, la bambola di pezza dell’Unicef che il Comune di Campiglia acquista per ogni bambino che nasce nel suo territorio, e attraverso la quale viene salvato un bambino del terzo mondo. Con la Pigotta l’Unicef assicura un kit di vaccinazioni, antibiotici e zanzariera di protezione, nei paesi in cui la mortalità infantile fino ai cinque anni è altissima. In 15 anni di Pigotte sono stati molti i bambini salvati grazie al progetto “un bambino nato, un bambino salvato” al quale aderisce da anni anche il Comune di Campiglia Marittima.

Di particolare importanza legare i due momenti della presentazione dei servizi comunali per l’infanzia e la consegna delle Pigotte, non solo e non tanto una questione logistica, quanto piuttosto un momento di condivisione della gioia di accogliere nuovi cittadini con un gesto di solidarietà. “Anche se abbiamo passato e siamo ancora in periodi di difficoltà – ha affermato il sindaco Rossana Soffritti – abbiamo potenziato e curato in questi anni una rete di servizi per i nostri figli che dobbiamo difendere a tutti i costi per continuare a dare ai nostri bambini l’opportunità di crescere insieme seguendo un percorso di qualità , in luoghi sicuri e accoglienti”. 


Il sindaco ha poi ringraziato tutto il grande staff che lavora ai servizi sociali, dagli educatori ai collaboratori e amministrativi dipendenti comunali, al dirigente, al personale della Coop Di Vittorio. I servizi comunali all’infanzia sono infatti gestisti in maniera integrata tra il comune e l cooperativa ed è grazie a questa integrazione che negli anni è stato possibile incrementare l’offerta. Presenti anche l’assessore alle politiche sociali e bilancio Elena Fossi e la referente provinciale dell’Unicef Paola Bachini che ha suggerito ai genitori di raccontare ai bimbi, quando saranno un po’ più grandicelli, il significato di questa bambola che è stata loro donata alla nascita.

Durante la festa che si è articolata tra le due strutture “I colori del mondo” e “L’Arca” entrambi nel centro scolastico Altobelli di Venturina Terme, genitori e bambini hanno visitato gli asili , hanno stretto conoscenza con le educatrici ed hanno infine consumato un aperitivo offerto dalla Vivenda, la società che ha in affidamento le mense comunali. (Chi è interessato alle foto può
mettersi in contatto l’Urp tel. 0565 839309 e con l’ufficio stampa tel. 0565 839294)

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Per evitare l'attesa due pazienti sono stati trasferiti contemporaneamente all'ospedale di Livorno con l'elisoccorso intorno alle 19,30
Orari traghetti Elba Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Politica

CORONAVIRUS

STOP DEGRADO