QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 24°27° 
Domani 23°24° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
domenica 15 settembre 2019

Attualità giovedì 20 ottobre 2016 ore 18:33

Via i pini pericolosi dalla strada di S.Giovanni

In seguito al censimento effettuato dall'amministrazione una ventina di alberi verranno tagliati e ripiantati in Val di Denari, 40 in tutto il comune



PORTOFERRAIO — 40 alberi ritenuti pericolosi su 306 censiti, 20 dei quali si trovano sulla strada di San Giovanni, una decina nel giardino delle Ghiaie e gli altri sparsi per il territorio comunale.

Sono questi i numeri illustrati questa mattina dall'assessore all'ambiente Riccardo Nurra e che daranno il via a un piano di abbattimenti a tutela dell'incolumità pubblica perchè quegli alberi sono ritenuti pericolosi e insistono in punti sensibili come il bordo strada e i luoghi frequentati da minori.

Accompagnato dal gruppo di agronomi di Firenze che ha collaborato con il Comune (Marco Mucini, Giacomo Cortini e Alessandra Puccini), Nurra ha illustrato il lavoro di censimento dello stato di salute del patrimonio vegetale comunale: "E' il primo passo di un progetto più ampio - ha commentato - abbiamo controllato le piante di alto fusto in una porzione del territorio comunale, un lavoro che non era mai stato fatto dalle precedenti amministrazioni".

Il censimento, partito dalle Grotte e proseguito fino a piazza Marinai d'Italia: "Ha lo scopo di programmare gli interventi di manutenzione sugli alberi e monitorarne lo stato di salute, un'operazione che in base alle caratteristiche dell'albero dovrà essere ripetuta ogni anno o ogni due anni".

"Dove possibile ripiantumeremo un albero per ogni pianta abbattuta" commenta Nurra. Il dato sensibile è tuttavia quello di San Giovanni. Il tratto di provinciale che porta all'ingresso cittadino è caratterizzato da due file di pini ormai storici e le venti piante individuate come pericolose per la circolazione stradale o addirittura pericolanti, non potranno essere sostituite sul posto.

"Non è più possibile piantare quel tipo di albero a così poca distanza dal manto stradale - ha spiegato l'assessore - prima era concesso ma adesso non lo è più. Per questo pianteremo gli alberi in un altro punto, abbiamo individuato una zona idonea a Val di Denari creando un parco che sarà a servizio delle scuole".

"Il censimento ha mostrato un certo numero di piante malate o pericolose e il nostro intervento serve a scongiurare futuri incidenti o disgrazie".

Una decina di piante diverse, fra cui alcune palme affette da punteruolo rosso, sono state individuate anche nel giardino delle Ghiaie: "In questo caso si dovranno prendere dei provvedimenti urgenti dato che è un posto frequentato da bambini. Il parco delle Ghiaie si trova in questa situazione perchè non è mai stato fatto un ricambio di alberi, ce ne sono circa 190 di vario tipo. Stesso discorso per le Fortezze dove le radici di un pino stanno danneggiando seriamente un muro".

Sulla questione è intervenuto anche il sindaco Mario Ferrari: "Interveniamo per minimizzare il rischio, il nostro obiettivo è un censimento completo su tutto il territorio comunale, questa attività verrà ripresa quando avremo una disponibilità di fondi adeguata. A San Giovanni potremmo anche valutare l'idea di una pista ciclabile".



Tag

'Chi non salta comunista è', i cori dei giovani della Lega a Pontida mentre parla Salvini

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità