QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 11°14° 
Domani 11°14° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
sabato 16 novembre 2019

Attualità sabato 25 maggio 2019 ore 14:19

Valutare la sanità, questionario per i pazienti

Ospedale di Portoferraio

Si tratta di un progetto attivato per monitorare l'esperienza dei pazienti usciti dall'ospedale. Il questionario riguarda anche l'ospedale elbano



PORTOFERRAIO — Un osservatorio permanente per monitorare l'esperienza dei pazienti appena usciti dal ricovero in ospedale e le loro impressioni a caldo. Un'innovazione significativa che in Toscana si sperimenta dal 2018. Un progetto che sta coinvolgendo anche l'azienda Usl Toscana nord ovest perché "capace di diventare volano del cambiamento organizzativo e di azioni di ulteriore miglioramento nella presa in carico dei pazienti", come spiegano dall'Usl.

Quindi, come si legge in una nota dell'Usl Toscana nord ovest, "anche sul territorio dell’Azienda USL Toscana nord ovest, non si misura solo la performance delle strutture ospedaliere con indicatori ‘tecnici’ ma si va nella direzione di rendere sistematico il rapporto con le persone, in quanto la sanità è fatta anche e soprattutto di relazioni umane ed è fondamentale confrontarsi con chi usufruisce delle prestazioni sanitarie, conoscerne valutazioni positive e negative".

L’indagine, promossa dalla Regione Toscana e dall’Azienda Usl Toscana nord ovest e realizzata in collaborazione con il Laboratorio Management e Sanità della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa (Laboratorio MeS) è partita - per Asl Toscana nord ovest - in maniera graduale dal mese di Novembre 2018 negli ospedali in cui i sistemi informatici hanno permesso fin da subito la rilevazione: Apuane, Lucca, Pontedera, Versilia, Livorno, Cecina, Piombino, Elba. 

Dall’inizio delle rilevazioni PREMs al 24 Maggio 2019 in Asl Toscana nord ovest sono stati contattati i pazienti dimessi da questi 8 stabilimenti, con un tasso di risposta di oltre il 35 per cento dei pazienti dimessi (con i metodi precedenti - posta, cartaceo, telefono, web – si arrivava a circa il 20-25 per cento).

"Le prime anticipazioni sulla misurazione delle performance - spiegano dall'azienda Usl Toscana nord ovest - evidenziano giudizi molto positivi sull’assistenza ricevuta in ospedale. Nella domanda più generale che valuta l’assistenza ricevuta nel complesso dal paziente il giudizio è stato ottimo per il 60, 42 per cento e buono per il 31,93 per cento; quindi oltre il 92 per cento di coloro che hanno scelto di aderire all’indagine si è ritenuto ampiamente soddisfatto dell’assistenza ricevuta durante il suo ricovero".

L’indagine PREMs, volontaria ed anonima, si svolge “a censimento”: possono partecipare tutti i dimessi in regime di ricovero ordinario. 

Per aderire è sufficiente fornire al personale il proprio numero di cellulare, ovvero il proprio indirizzo mail o entrambi ma ’utente può anche decidere di farsi aiutare nella compilazione da un proprio familiare o da altra persona di fiducia. In modo automatico, 24 ore dopo la dimissione, il paziente o il suo familiare, se è stata scelta questa opzione, riceve un Sms sul cellulare o una email con un link per accedere al questionario e raccontare la propria esperienza sull'assistenza ricevuta.

Il questionario da compilare è breve e l'azienda Usl Toscana nord ovest  fa appello ai cittadini perché interessata a conoscere la valutazione dei propri pazienti, per offrire un’assistenza sempre più attenta alle esigenze delle persone ricoverate nei propri ospedali.



Tag

Sentenza Cucchi, Di Maio: «Salvini dovrebbe scusarsi con la famiglia»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cultura

Attualità

Lavoro