Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:12 METEO:PORTOFERRAIO19°22°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
giovedì 13 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Cosa può insegnare il più infelice alla più felice

Attualità domenica 11 giugno 2017 ore 16:22

Un'epopea per salvare il pincher abbandonato

Il pincher trovato

Dopo il recupero in strada, difficile il recupero del lettore microchip e nessun box per lo stallo. Animal Project chiede più impegno al Comune



PORTOFERRAIO — L'estate può considerarsi già iniziata e l'associazione Animal Project deve fare i conti con le gravi carenze denunciate ormai da tempo dalla associazione circa il recupero dei cani vaganti.

"Oggi (sabato 10 giugno, ndr) l’Associazione Animal Project è stata contattata da una signora che ha recuperato per strada nel Comune di Portoferraio un cane pincher, traendolo in salvo da un probabile investimento.  - hanno raccontato - La signora, su nostro consiglio, ha chiesto l’intervento della Polizia Municipale per la lettura del microchip, ma le viene inizialmente detto che il lettore è rotto e che non è possibile intervenire fino a lunedì. La signora ha altri animali e non può tenere il cane, quindi ci richiama. Dopo alcune telefonate da parte della nostra associazione, finalmente un vigile va a casa della signora col lettore di microchip, ma dichiara di non saperlo usare e di aver paura dei cani. A questo punto, richiamiamo la Polizia Municipale chiedendo di trovare almeno un ricovero per il cane in attesa di leggere il microchip. Ma nemmeno su questo abbiamo risposta perché il Comune non dispone di box, né di spazi dove poter sistemare il cane e non può neppure pagare altri per farlo, perché contrarrebbe un debito fuori bilancio. Cerchiamo anche di contattare il sindaco Ferrari, ma senza esito".

Insomma, è servito un grande movimento per evitare che il cane sia lasciato in strada e solo grazie al buon cuore di un educatore cinofilo gli è stato trovato un ricovero per la notte. 

"In ogni caso di emergenza che riguardi gli animali, l’organizzazione comunale è totalmente carente e anche i suoi operatori non sono in grado di dare alcuna risposta concreta ed adeguata al cittadino. - hanno aggiunto dall'associazione onlus - Appena insediato, il sindaco Ferrari ci disse che avrebbe acquistato due box da posizionare al magazzino comunale per poter ricoverare i cani vaganti. Ci è stato poi promesso un container degli Orti che si sarebbe liberato a settembre 2016. Il primo febbraio 2017, su interessamento dell’assessore Del Mastro e alla sua presenza, abbiamo incontrato l’architetto Parigi per valutare quale dei terreni del Comune potesse essere usato per realizzare uno ricovero temporaneo per cani vaganti e gatti bisognosi di cure, ma a tutt’oggi non si è trovato in tutto il territorio comunale uno straccio di spazio decente. - e hanno concluso - A volte la buona volontà non basta, altre volte manca proprio. Quello che non manca mai sono le promesse".

Intanto, stamattina grazie all'intervento di un agente della municipale è stato possibile effettuare il controllo del microchip che ha dato esito negativo. L'aggiornamento è stato fornito nel gruppo Facebook dell'associazione che ha fatto sapere che lunedì l'animale sarà portato all'Asl per le pratiche consuete e poi per qualche giorno sarà tenuto in stallo e se non verrà adottato verrà trasferito in canile.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Maltempo previsto per la giornata di domani con l'emittente di un bollettino di vigilanza meteo con codice giallo
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Lavoro