Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:02 METEO:PORTOFERRAIO10°14°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
giovedì 22 aprile 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Dal 26 aprile torna la zona gialla e l'Italia riapre: cosa prevede il nuovo decreto

Attualità mercoledì 11 novembre 2015 ore 17:05

Un centro di formazione per infermieri all'Elba

Dopo l'incontro con la conferenza dei sindaci emerge una nuova proposta dell'assessore regionale Saccardi: un centro per la formazione sull'isola



PORTOFERRAIO — Un centro di formazione per il personale infermieristico all'Elba. E' questa la principale novità che emerge dall'incontro che l'assessore regionale alla sanità Stefania Saccardi ha avuto con la conferenza dei sindaci elbani terminato meno di un'ora fà nella sala consiliare del Comune di Portoferraio.

Un incontro proficuo e che ha lasciato soddisfatti tutti i presenti, grazie anche a questo nuovo impegno della Regione per risolvere l'annosa questione del personale medico di stanza all'ospedale elbano. Ora sarà compito dei sindaci trovare delle soluzioni abitative e di accoglienza nei vari comuni per i futuri infermieri che potranno venire reclutati direttamente sull'isola.

"La mia presenza dimostra un'attenzione particolare per un territorio particolare - ha commentato l'assessore al termine dell'incontro - da parte nostra la conferma di un'attenzione alla specificità di un'area e l'impegno a risolvere alcune questioni urgenti come quella del personale - vogliamo provare a lavorare perchè sul territorio si possa reclutare e formare il personale infermieristico. Non solo, abbiamo potuto vedere come ci sia bisogno di investimenti urgenti infrastrutturali come l'allargamento del pronto soccorso e lo spostamento della camera iperbarica"

All'assessore è stato consegnato il Documento Elba, il progetto sanitario elaborato dalla conferenza dei sindaci e formato anche dai comitati cittadini: "E' una base di partenza su cui lavorare con i sindaci - mentre sul progetto di rete con Piombino e Cecina - si deve parlare della sostanza e non della definizione teorica: sicuramente questo territorio ha fatto di necessità virtù in alcuni casi, il fatto che il presidio ospedaliero debba essere considerato autonomo o meno ha poco senso. Penso che lavorare insieme possa essere un bene per tutti, l'isolamento non ha mai fatto bene a nessuno soprattutto in questo momento storico in cui le risorse sono quelle che sono, il nostro impegno è garantire i servizi sul territorio".

Sulla stessa linea anche il consigliere regionale Gianni Anselmi: "Questo confronto rappresenta un modo nuovo della Regione di porsi sul territorio, un metodo fondamentale per noi fatto di ascolto delle varie istanze con l'obiettivo di approvare la riforma sanitaria entro dicembre".

"Sarà fondamentale anche il passo successivo all'approvazione, in quel momento - specifica Anselmi - dovremo riempire di contenuti pratici il nuovo impianto sanitario e potremo farlo insieme ai territori. Il clima di oggi, più disteso e collaborativo è quello a cui abbiamo lavorato. Vogliamo una sanità elbana che funzioni e la Regione vuole aggiungere qualcosa, non togliere. Nella conferenza provinciale l'Elba dovrà portare queste istanze e questi progetti e lavorare con gli altro territori".

Luca Lunedì
© Riproduzione riservata

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Questa la situazione paradossale descritta dal consigliere di minoranza Simone Meloni che ha chiesto al sindaco di Portoferraio di intervenire
Orari traghetti Elba Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

CORONAVIRUS

Cultura