Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:45 METEO:PORTOFERRAIO10°14°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
domenica 18 aprile 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Milano, le notti violente all'Arco della Pace

Attualità sabato 30 gennaio 2021 ore 19:30

Turismo Elba 2020, dati e polemiche

Ecco le cifre di passaggi ed importi che ci ha fornito la GAT. Barbetti chiede a Montagna "meno 26% di cosa? e lo raffronta con l'Italia a meno 56%?"



CAPOLIVERI — Chiuso l'anno 2020 è tempo di fare bilanci definitivi relativi al turismo elbanoIl Comune di Capoliveri ente capofila della Gestione Associata del turismo dei Comuni dell'isola d'Elba, ha infatti reso noti ieri con un comunicato i dati percentuali degli sbarchi all'Elba connessi al contributo di sbarco via mare o tramite vettore aereo, dovuto da chi non è residente sull’isola.

Oggi pubblichiamo in fondo a questo articolo le tabelle con i numeri in dettaglio affinché si possa avere una situazione di raffronto tra il 2020 ed il 2019 più precisa e puntuale che, è bene evidenziare, è riferita alle persone censite tramite la riscossione del contributo e non alla presenze giorno dei turisti. Questo dato infatti è non è più affidato, come alcuni anni, fa all'Osservatorio turistico provinciale perché oggi i dati sono centralizzati a livello regionale ed occorre tempo prima che siano elaborati e resi disponibili dall'Irpet.

In proposito sarebbe auspicabile che il costituendo Osservatorio turistico di destinazione elbano potesse essere in qualche modo il ricettore di tali dati per averli disponibili in tempi più rapidi ai fini della promozione turistica.

Lo scorso anno gli arrivi all'Elba si sono prevalentemente concentrati nei mesi da Giugno inoltrato fino ad Ottobre. Complessivamente da Gennaio a Dicembre 2020 rispetto al 2019 c'è stata una diminuzione degli arrivi sull'Isola del 26% per quanto riguarda gli sbarchi via mare e del 27% totale, compresi i vettori aerei e le compagnie di navigazione (non sono state effettuate crociere e minicrociere). 

Saltata completamente la stagione turistica primaverile a causa del lockdown dovuto alla pandemia Covid, il mese peggiore, con una perdita circa del 99% degli arrivi, sull'isola è stato quello di Aprile 2020, seguito poi da Marzo con un -80% e Maggio con un -76%. Nel mese di Giugno inoltrato invece dopo l'apertura agli spostamenti fra le regioni le persone hanno ricominciato a muoversi tanto che gli arrivi all'Elba nel mese di Giugno sono calati solo del 47%, in uno scenario nazionale ed internazionale che allora risultava del tutto ancora incerto.

Il mese di Agosto ha invece registrato un aumento del 2,86% degli arrivi sull'isola mentre per il mese di Luglio la perdita è stata solo del 4,87% e Settembre ha registrato solo un -1,70% mentre Ottobre un -17% rispetto al 2019.

Quindi, in base ai dati degli arrivi all'Elba, l'isola è riuscita nei mesi di Luglio, Agosto e Settembre a mantenere il suo importante ruolo di destinazione turistica privilegiata sia dal turismo nazionale che internazionale. 

Un risultato ottenuto grazie anche all'iniziativa  “Elba Ok” che prima in Italia garantiva una polizza vacanze anti-Covid ed alle campagne di media relations, promozione e comunicazione che la Gat aveva attivato in vista della stagione estiva 2020. Campagne che hanno molto puntato sugli spazi liberi all'aria aperta presenti sull'isola e sul grande numero di spiagge e calette da scegliere per evitare gli assembramenti.

A ciò si aggiunge un gran numero di servizi nei tg nazionali ed anche il lavoro di promozione sui social dei canali di Visit Elba che, in sinergia con le campagne di comunicazione sui vari media, ha fatto conoscere i vari luoghi, le varie attività e le spiagge dell'isola. 

Una stagione che complessivamente, in base ai dati della Gat, ha avuto buoni risultati visto il contesto pandemico internazionale, come ha sottolineato anche il sindaco di Capoliveri Walter Montagna (leggi qui l'articolo).

Tuttavia Montagna ha fatto un confronto fra i dati elbani e quelli nazionali che non ha convinto l'ex vicesindaco di Capoliveri ed ex presidente della Gat, Ruggero Barbetti, che ha dichiarato: "non posso che evidenziare che lorsignori confondono i cavalli con gli asini. Il sindaco parla di Elba meno 26%. Ma meno 26% di cosa? E lo raffronta con l'Italia al meno 56%. Ma meno 56% di cosa? Di passaggi navali per raggiungere Roma o Milano o la costa adriatica o quella toscana oppure la Puglia? Confondono i passaggi navali con gli arrivi oppure li confondono con le presenze? Oppure confondono le presenze con gli arrivi, o viceversa? Ma la conoscono la differenza? Di sicuro sono confusi. Ma gli altri sindaci non hanno nulla da dire? E chi, tra gli amministratori, sa di turismo non ha nulla da dire? Marino Garfagnoli, se ci sei batti un colpo".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La vittoria del Rallye Elba, prima prova del Campionato Italiano Wrc, è andata all'equipaggio Pedersoli-Tomasi, l'elbano Volpi-Maffoni quinto
Orari traghetti Elba Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Libero Venturi

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Politica

Attualità