QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 10° 
Domani 12°14° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
sabato 07 dicembre 2019

Attualità sabato 11 maggio 2019 ore 08:10

Torna l'evento "Marepulito" e sarà plastic free

Marepulito (foto di repertorio)

Appuntamento il 15 Maggio su cinque spiagge elbane per un evento di educazione ambientale con le scuole e le istituzioni. Evento Plastic free



PORTOFERRAIO — Si svolgerà all’Elba il 15 Maggio prossimo l’evento Marepulito, promosso e ideato dall’Associazione sportiva culturale Ced (Centri Elbani Diving) in collaborazione con i Comuni dell’isola d’Elba, la Capitaneria di Porto, Esa, le scuole elbane e con il partenariato del Parco nazionale dell’Arcipelago Toscano.

“Il Parco sostiene questa manifestazione - dice il presidente Sammuri- per la efficace opera di sensibilizzazione sulle nuove generazioni alla tutela del mare e al rispetto dell’ambiente in sintonia con il prestigioso riconoscimento di Riserva Mab Unesco Isole di Toscana”.

L’invito è per le ore 9 sulle principali spiagge elbane: a Portoferraio sulla spiaggia dell’Enfola, a Marciana Marina al Porto e sul lungomare, a Capoliveri sulla spiaggia di Straccoligno, a Marciana sulla spiaggia di S. Andrea a Marina di Campo sul Lungomare.

Marepulito è una manifestazione nata  nel 2012 che vede come attori principali i bambini delle scuole primarie e secondarie di primo grado del territorio elbano, ma che coinvolge anche i Comuni, Esa, il Pnat e le forze dell’ordine.

L'obiettivo è diffondere il messaggio che "Noi siamo custodi del futuro del nostro pianeta", il progetto MarePulito prevede un incontro preliminare a scuola, per spiegare agli studenti le motivazioni di questa manifestazione e alcune nozioni di base per poter distinguere ciò che naturalmente compone una spiaggia, da ciò che invece è arrivato a causa dell'attività umana. A seguire si svolge la pulizia delle spiagge dove gli alunni sono accolti dai diving soci del Ced, dalle guide Parco e dai volontari, per poi essere indirizzati alle varie zone/stand dove ritireranno i sacchi e i guanti per la raccolta dei rifiuti spiaggiati.

“Vivere su di un'isola, - dice Simone Innocenti, presidente della associazione Ced - per giunta bella e conservata come l’Elba, è un privilegio che abbiamo e non dobbiamo dimenticarci di ringraziare ogni giorno per questo. Non solo abbiamo delle coste meravigliose, che portano migliaia di turisti in vacanza da noi per godere di quello che noi fortunati possiamo avere tutto l’anno, ma anche i fondali che la circondano sono ricchi di vita e coloratissimi nonostante la mancanza di protezione. Spesso tendiamo a dare per scontato quello che di bello ci circonda, ma purtroppo non è così... le nostre coste sono minacciate dall’inquinamento anche se ancora si mantengono bene. Proprio per questo è importante agire subito per tutelare quello che per noi è un tesoro per la nostra salute e per quella dell’ambiente, senza tralasciare l'enorme valore economico di questa risorsa".

"Il CED - spiega Innocenti - è un'associazione di diving center che operano sul territorio dell'isola d'Elba, vivendo e lavorando sopra e “sotto” questo meraviglioso territorio e per la natura stessa del nostro lavoro, non possiamo che amare il mare. Organizzare un evento come Marepulito per noi un modo per ripagare il mare per tutto quello che fa per noi. Il messaggio “noi siamo i custodi del nostro pianeta” ci sta molto a cuore perché la vera soluzione dell’inquinamento del mare e dell’ambiente in generale sta nelle scelte che facciamo tutti i giorni decidendo di conferire correttamente i rifiuti ma anche, riducendo i nostri consumi, riutilizzando quello che abbiamo, riparando ciò che è rotto ed in fine riciclando quello che non è più utilizzabile".

Il fine di Marepulito non è solo quello di raccogliere rifiuti che altrimenti rimarrebbero nell’ambiente, ma anche quello di rendersi conto di quale sia lo stato attuale di conservazione delle coste elbane attraverso un'esperienza diretta.

"Quest’anno per rendere questa esperienza ancora più incisiva abbiamo introdotto due novità - dice ancora Innocenti- : un contest formulato per far riflettere i partecipanti sugli aspetti più importanti della giornata di pulizia e, per gli studenti delle secondarie di primo grado, la possibilità di contribuire al miglioramento del quadro generale di conservazione delle nostre coste partecipando ad un’attività di citizen science proposta dal Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano. Per dare il buon esempio, e perché ormai i tempi lo impongono, l’intero evento sarà plastic free grazie alle borracce fornite dal Pnat a tutti i partecipanti e alla Passione Espresso srl che fornisce l’acqua sotto forma di fontanelle con boccioni a tutte le spiagge. Molti altri sono gli sponsor senza i quali l’evento non sarebbe stato possibile". 



Tag

Governo, Conte: «Per Renzi è a rischio? Lui pessimista cosmico»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità