QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 15°18° 
Domani 11°18° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
lunedì 23 settembre 2019

Politica mercoledì 26 ottobre 2016 ore 16:40

Sanità, Bulgaresi confermata e gelo con Ferrari

La sindaca di Marciana rimane alla guida della conferenza sulla sanità e si impegna: "Chiederemo più posti letto per medicina generale"



PORTOFERRAIO — Se in politica la forma è sostanza, non è sfuggito il posizionamento della delegazione portoferraiese composta da Mario Ferrari e Luciano Rossi, durante l'incontro che si è tenuto questa mattina al quarto piano dell'ospedale elbano nel quale erano invitati tutti i sindaci e i rappresentanti di comitati e sindacati.

Se infatti gli altri primi cittadini dell'Elba, o loro delegati per l'occasione, hanno trovato posto nell'affollatissima sala accanto alla presidente Bulgaresi e alla direttrice dell'Asl, De Lauretis, Portoferraio ha scelto di sedere "in platea" in geometrico contrasto con il resto della rappresentanza istituzionale.

Il prolungarsi della riunione fino a quasi le 15 ha di fatto poi impedito un vero confronto fra il sindaco del capoluogo e la presidente Bulgaresi poichè tanto Ferrari che Rossi hanno dovuto abbandonare la sala per attendere ad altri impegni.

"Io non ho nessun contrasto con Ferrari - ha commentato in proposito la sindaca di Marciana - sono aperta al confronto per qualsiasi chiarimento ma penso che il luogo ideale per farlo sia esattamente questo, la conferenza dei sindaci. Ho messo la mia presidenza sul tavolo perchè volevo capire se ho l'appoggio di tutti e così è stato, gli altri sindaci hanno confermato la scelta fatta mesi fa".

"Sinceramente non penso che sia utile fare le barricate a prescindere - continua Bulgaresi - le abbiamo fatte quando gli interlocutori che avevamo di fronte non ci volevano ascoltare e quello era l'unico modo, adesso al situazione è diversa e stiamo lavorando con la direzione sanitaria per migliorare le cose".

"Non ho mai detto che va tutto bene - chiarisce - ma siamo all'inizio di un percorso e ci stiamo impegnando per il bene di tutti. L'occasione di oggi è un esempio: un incontro così, in cui erano presenti tutte le parti interessate e nel quale tutti hanno potuto parlare, non è mai stato fatto".

Scendendo nel merito e analizzando lo stato delle cose, Bulgaresi spiega: "Ci saranno delle assunzioni ma se non bastano torneremo all'attacco. Chiederemo più posti letto per medicina generale perchè alcuni di quelli presenti sono stati presi per altri scopi. Le nostre istanze le porteremo alla conferenza dei sindaci dell'area vasta che sta discutendo il PAL (Piano di attuazione locale). Siamo ancora all'inizio, se ne sta parlando adesso e noi porteremo avanti le nostre richieste, questo è sicuro".

Richieste che non si fermano all'assunzione del personale sanitario: "Chiederemo maggiore implementazione di personale sul territorio, sono stati promessi fondi per le case della salute e insisteremo perchè quell'impegno sia mantenuto, c'è anche bisogno di una riorganizzazione dei medici di famiglia".

Le prossime tappe per definire le competenze e i servizi ospedalieri sono: "La conferenza dei sindaci di area vasta nel quale presentare le osservazioni e un lavoro nostro per definire il PIS (Piano integrativo sanitario) locale, là elencheremo le nostre richieste che abbiamo sviluppato anche grazie ai comitati e alla direzione dell'ospedale".

Luca Lunedì
© Riproduzione riservata



Tag

«Grazie al mio staff perché non è facile sopportarmi...», e Meloni scoppia a ridere

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Sport

Attualità

Attualità