Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:07 METEO:PORTOFERRAIO11°16°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
sabato 04 dicembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Pompei, nei cunicoli dei tombaroli: «Una rete tutta da esplorare»

Attualità giovedì 02 settembre 2021 ore 11:21

Rifiuti, presidente Esa difende il porta a porta

Foto di: Facebook M. Carletti

Francesco Gentili, presidente di Esa, sulle criticità delle isole ecologiche dichiara: "Sono troppo usate dai cittadini residenti".



PORTOFERRAIO — “Viviamo in un isola verde, un isola turistica, che per diversi mesi ci è larga e per pochi ma intensi giorni l’immensa affluenza turistica la fa sembrare stretta. Ci sono servizi pubblici, come quello della raccolta rifiuti che durante l’eccezionale picco di presenze turistiche registrato quest’estate, possono andare in affanno ma resistono grazie agli addetti ai lavori, grazie al personale amministrativo, ai capi area e a tutti gli affabili operatori ecologici".

Si apre così una nota di Francesco Gentili, presidente di Esa, che interviene per difendere il sistema di raccolta dei rifiuti porta a porta, in seguito alle criticità segnalate da varie parti dell'Elba (vedi articoli correlati sotto).

"Chi critica il sistema di raccolta rifiuti porta a porta è libero di farlo - prosegue Gentili - ma per onestà intellettuale dovrebbe ricordare quando all’Elba la raccolta dei rifiuti non era differenziata, quando i cassonetti a bordo strada non erano certo un bel vedere. Quando ai confini dei paesi, nelle aree più nascoste, fiorivano gli abbandoni.
Dobbiamo educare a differenziare correttamente i rifiuti perché se ricicliamo possiamo salvare il nostro mondo, la nostra isola, e il sistema porta a porta ci insegna direttamente in casa nostra come meglio fare. Non è una questione di costi economici ma piuttosto di costi ambientali futuri, di effetti climatici".

"Quando saremmo diventati bravi a differenziare, - agginge il presidente di Esa - ci potremmo permettere di passare ad un sistema di raccolta differenziata diverso, ma per il momento i fatti e i numeri ci dicono che dobbiamo ancora imparare.
Non nascondo la delusione per il rifiuto abbandonato nei pressi delle isole ecologiche. I dati dei conferimenti rilevati nelle isole ecologiche dimostrano che queste sono utilizzate oltre le aspettative da cittadini residenti che dovrebbero fare la raccolta differenziata porta a porta, invece incuranti del futuro dei loro figli continuano a non differenziare"

"Quale presidente pro tempore di Esa Spa - prosegue Gentili - ringrazio tutti quei cittadini, tutti gli elbani, i nostri ospiti che civilmente ogni giorno seguono le regole del porta a porta e chiedo la loro collaborazione per educare i nostri vicini che insistono a non differenziare i rifiuti. L’Elba è l’isola italiana con la più alta percentuale di raccolta differenziata, grazie al porta a porta, possiamo migliorare ma dobbiamo crederci tutti e collaborare. Nei social media noto che in molti postano foto di abbandoni di rifiuti e fioccano i commenti. Ben vengano queste querelle ma rendiamole dinamiche, facciamo veramente una buona azione civica, quando vediamo un rifiuto abbandonato adottiamolo e conferiamolo dove dovuto. Una piccola azione che ci farà sentire sicuramente migliori".

"Voglio ringraziare tutti i dipendenti di Esa per la professionalità dimostrata in questi mesi, operatori ecologici che hanno dovuto fare straordinari per tenere pulita la nostra isola.Infine invito chi è interessato a lavorare per questa grande azienda a partecipare alla selezione privatistica ad evidenza pubblica, per titoli ed esami, per la costituzione di numero quattro graduatorie, per informazioni www.esaspa.it", conclude il presidente di Esa.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Tra i 281 sanitari non vaccinati contro la malattia Covid-19 sono stati individuati anche 2 titolari di farmacie in provincia di Livorno
Orari traghetti Elba Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alfredo De Girolamo e Enrico Catassi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Sport

Attualità

Attualità