QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 10°16° 
Domani 14° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
martedì 25 febbraio 2020

Attualità lunedì 18 giugno 2018 ore 09:34

Residenze artistiche, spettacolo in Piazza Padella

Lunedì 18 giugno, alle ore 19 in pieno Centro Storico lo spettacolo "Corpi al Vento", con le attrici Antonella Ruggiero e Ilaria Gelmi



PORTOFERRAIO — Anche quest'anno il Comune di Portoferraio ha deliberato il proprio patrocinio alla bella iniziativa BRACT (Brevi Residenze Artistiche di Comunità e Territorio) - L'Elba del Vicino. La residenza artistica si sviluppa da un'idea di base: avere un artista come vicino di casa può aiutarci a vivere meglio.

Il progetto ha come sede Rio Marina ed è lì che gli artisti vengono ospitati per una settimana in cambio di restituzioni artistiche pubbliche, in cui tutta la comunità viene coinvolta.

Alcune delle performance vengono gentilmente offerte dallo staff e dagli artisti anche al Comune di Portoferraio. Si comincia con il teatro e la prima occasione di collaborazione con BRACT e gli artisti in residenza sarà proprio stasera. Le attrici Antonella Ruggiero e Ilaria Gelmi, in collaborazione con l'elbana Francesca Ria, dedicheranno alla nostra città il loro spettacolo, di cui segue breve presentazione.

La rappresentazione si svolgerà stasera, lunedì 18 giugno, alle ore 19:00 in pieno Centro Storico in una location nuova, sicuramente suggestiva e da scoprire: la SCALINATA DI PIAZZA TRADITI (PIAZZA PADELLA), proprio dietro il Duomo di Portoferraio.

L’ingresso è gratuito e tutti sono invitati a partecipare. 

CORPI AL VENTO

Studio per una messa in scena di e con Ilaria Gelmi e Antonella Ruggiero con la partecipazione dell’attrice elbana Francesca Ria.

Una storia antica narrata da due corpi e due voci che si impastano, disgiungono, intrecciano, sovrappongono, fino a diventare un solo corpo e una sola voce.

Una madre, Pasifae, la madre del Minotauro. Arianna, la prima figlia, famosa per il filo con il quale portò Teseo in salvo dal labirinto. Fedra, la seconda figlia, una donna che non può trattenere una passione che le sgorga da dentro. Donne cretesi, “le luminose” le chiamavano, tutte accomunate dallo stesso destino.

Tutte fragili di fronte alle passioni d’amore, tutte vittime della stessa maledizione.

Fragili, come la creta. Noi, donne, siamo tutte fatte di creta. Un mito classico in chiave personale, femminile, ironica e contemporanea. Creta e l’Elba sono due isole nel mezzo del Mediterraneo. Il mare è sempre lo stesso, diversa è la terra da cui lo si guarda. Le voci delle donne elbane raccolte durante la settimana di residenza hanno dialogato con le donne cretesi della nostra storia.

Con il sostegno di B.R.A.C.T. Breve Residenza Artistica di Comunità e Territorio e l'ELBA DEL VICINO esperienze e valori in condivisione



Tag

Coronavirus, in Liguria scuole chiuse in via precauzionale

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità