Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 13:00 METEO:PORTOFERRAIO18°20°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
sabato 25 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Taormina, ubriaca al volante perde il controllo e va a sbattere in galleria: le immagini dell'incidente

Attualità martedì 05 maggio 2020 ore 11:31

Smart Elba, esperienze e innovazione per l'isola

Foto di: Roberto Ridi

Daniele Mazzei ricercatore universitario elbano lancia la proposta di un progetto per valorizzare l'Elba. I veri influencer saranno gli elbani



PORTOFERRAIO — Un progetto innovativo per valorizzare l'isola d'Elba. Si chiama Smart Elba è un progetto di innovazione territoriale ideato dall' elbano Daniele Mazzei, ricercatore presso il Dipartimento di Informatica dell'Università di Pisa.

Come spiega lo stesso Mazzei il progetto "punta a trasformare l’Isola d’Elba in un laboratorio di 'esperienze' basato su tecnologia, condivisione dati e coinvolgimento della popolazione e degli enti pubblici.

"Smart Elba non è un portale turistico, - spiega Daniele Mazzei . è un progetto di rinascita ed evoluzione sociale. Un progetto di innovazione di un territorio che punta a cambiare l’attitudine di vita dei propri abitanti, rendendoli parte integrante ed attiva di un meccanismo virtuoso finalizzato a far diventare il territorio un posto in cui vivere un’esperienza, non una semplice vacanza.

Smart Elba si pone quindi i seguenti obiettivi:

- facilitare la raccolta e la fruizione di dati e informazioni sull’Isola;

- incrementare il turismo esperienziale;

- permettere l’analisi strategica dell’economia elbana;

- intercettare finanziamenti e investimenti privati".

"Da sempre l’Elba ha investito sul turismo balneare 'passivo'; - si legge nella presentazione del progetto Elba Smart - l’era dei turisti da spiaggia è però finita e il mondo del turismo sta evolvendo verso una fruizione delle località basata sulle 'esperienze'. L’Elba in questo può diventare leader di mercato!"

"E’ necessario dotare l’Isola di un collettore di informazioni che funga da riferimento per gli Elbani e per gli ospiti. Dobbiamo desiderare, e quindi pretendere, di vivere bene, nella nostra Isola e poi dobbiamo far vivere questa esperienza ai nostri ospiti. - prosegue Mazzei - Dobbiamo far vivere ai nostri ospiti 'l’esperienza di essere Elbani', dobbiamo esserne così tanto orgogliosi da volerlo condividere con altri! Condividere vuol dire rendere fruibile e quindi facile da trovare. Per questo è necessario:

- Aggregare dati e renderli disponibili in maniera gratuita, pubblica e aperta (open data) a chiunque: portali web, app, studi statistici, testate giornalistiche, servizi di pubblicità, etc.;

- Creare un portale istituzionale unificato che funga prima di tutto da collettore di informazioni e poi da visualizzatore. Nell’era di Internet si tende spesso a focalizzarsi sulle APP e sui siti ma il vero problema sono i contenuti, non le interfacce. La creazione dell’ennesimo sito web o app sull’Elba rappresenterebbe un inutile esercizio tecnologico. E’ necessario, invece, creare una piattaforma tecnologica pubblica finalizzata alla raccolta, aggregazione e valorizzazione dei dati. La piattaforma Smart Elba dovrà consentire a chiunque interessato e opportunamente identificato ed autorizzato di pubblicare informazioni, rendendole così fruibili a terzi".

Secondo Mazzei "Smart Elba deve permettere una fruizione facile e intuitiva delle esperienze che l’Isola mette a disposizione. Dobbiamo immaginare un presente (non un futuro) in cui i nostri ragazzi scelgono i percorsi di trekking su un portale, dove imparano ad andare in mountain-bike trovando una guida che vive in un altro Comune perché ne hanno visto i video sul portale etc.

Per fare questo è necessario:

- Creare un sistema di acquisto unificato dei biglietti per tutti i musei pubblici e privati dell’Isola. Creare carnet scontati multi museo e multi piattaforma. Creare percorsi culturali da acquistare in maniera pre-confezionata. Non possiamo più pretendere che un turista si curi di sapere chi gestisce i 3 musei che vorrebbe visitare e debba andare in 3 uffici diversi per comprare 3 biglietti diversi;

- Creare un sistema unificato ed Istituzionale per l’inserimento di eventi organizzati dalle Amministrazioni, Proloco, Associazioni etc. Il portale deve essere aggiornabile in tempo reale così da permettere ai promotori di eventi di gestire cambiamenti, che sono inevitabili durante la stagione. I dati inseriti nel portale devono essere resi disponibili in tempo reale in maniera open e gratuita a terze parti come: agenzie web, agenzie pubblicitarie, giornali, etc.; così da facilitare la promozione degli eventi sul territorio;

- Creare un sistema unificato di valorizzazione dei 'creatori di esperienze'. Guide ambientali, guide mountain-bike, esperti di botanica, storia, biologia, artigiani etc. Devono trovare in Smart Elba il modo per far conoscere agli Elbani e ai turisti quali sono le esperienze che si possono assaporare vivendo sull’Isola. Un cuoco esperto di cucina storica, un artigiano del cuoio o della ceramica, un esperto di botanica, un appassionato di trekking, devono diventare modelli per i nostri giovani e poi attrattori per i nostri turisti. Creiamo influencer della cultura Elbana e facciamoli diventare i nostri ambasciatori nel mondo".

Maggiori dettagli sul progetto sono disponibili al seguente link.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'ambulanza era parcheggiata ed è stata presa in pieno da un'auto parcheggiata proprio sotto la sede dei carabinieri in centro
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Adolfo Santoro

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cronaca