Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:25 METEO:PORTOFERRAIO25°30°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
giovedì 07 luglio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Johnson: «Sono triste, lascio il lavoro più bello del mondo»

Attualità mercoledì 09 febbraio 2022 ore 13:27

Posidonia ai Magazzini, le precisazioni

Il progettista e direttore dei lavori replica alla segnalazione di Legambiente, precisando alcune inesattezze sulla collocazione della zona umida



PORTOFERRAIO — In merito all'intervento di Legambiente sui lavori di messa in sicurezza della costa a Schiopparello-Magazzini (leggi qui l'articolo), l'amministrazione comunale di Portoferraio ha inviato una nota a firma del progettista e direttore dei lavori, ingegner Luciano Fantoni, che precisa alcuni aspetti sugli interventi.

"Tutte le opere sono state approvate dai vari organi di tutela del territorio. Il progetto è finanziato con fondi della Protezione Civile della Regione Toscana ed è soggetto a monitoraggio in corso d'opera e dopo la fine dei lavori. - spiega il direttore dei lavori - La prima considerazione riguarda l’eclatante confusione geografica: la zona umida di Schiopparello, Sito di Interesse Regionale, è limitata alle Prade, dove un tempo sorgeva un’importante salina, ed è situata ad Ovest della villa di Torre del Sale e del Fosso del Fabbrello. L’intervento di contrasto dell’erosione costiera in corso d’opera è rigorosamente limitato ad Est di Torre del Sale e dell’area protetta, e si estende per l’intero tratto di costa fino all’approdo nautico di Magazzini".


"L’intervento descritto da Legambiente non interessa altro che un comune terreno agricolo, confinante con la spiaggia di Schiopparello Est, di proprietà del Demanio Marittimo, - spiega Fantoni - con delimitazioni incerte e non facilmente riscontrabili sul terreno. La Posidonia spiaggiata, che certamente è una risorsa per il mare e per le spiagge emerse e sommerse, non è stata asportata, ma semplicemente raccolta e sistemata trasversalmente sulla parte alta della spiaggia, in aderenza alla piccola duna, che essenzialmente è costituita da un canneto, in parte inestricabile, ma in più parti distrutto, anche in area demaniale, per creare passaggi dal terreno retrostante o per realizzare gazebi fissi. Il canneto include anche qualche tamericio. Lo spostamento di pochi metri della Posidonia, consentito dalla normativa vigente, non ha comportato la distruzione delle canne o dei tamerici, ed è del tutto compatibile con il processo naturale: le mareggiate asportano le foglie per lo più morte di Posidonia, le sospingono a riva, dove col tempo l’azione del vento e del sole le sbriciolano e le sospingono nella parte alta della spiaggia, insieme ai sedimenti di spiaggia, costituendo e mantenendo la duna costiera, se questa non viene distrutta da interventi antropici. Non era e non è negli obiettivi del progetto l’asportazione e il riutilizzo sia pure innovativo della Posidonia spiaggiata, che dovrebbe preferibilmente rimanere nella sua collocazione naturale: la spiaggia e il suo immediato entroterra".


"Poiché l’intervento è in corso, l’assetto finale di progetto non è stato ancora realizzato e, certamente, in alcuni casi non si presenta ancora esteticamente come sarà a lavori finiti. Si chiede solo un po’ di pazienza. Contatti sono stati attivati e sono in corso con i vari proprietari delle strutture e dei terreni limitrofi per comprendere e correggere, se necessario e fattibile, qualche particolare che possa essere risultato sgradevole", conclude il progettista e direttore dei lavori.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
È partito da Empoli con la sua bicicletta speciale da lui realizzata per raccogliere fondi a sostegno di un gruppo di ragazzi down di Fermo
Orari traghetti Elba Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Marco Celati

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

STOP DEGRADO

Lavoro

Attualità

Attualità