Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:50 METEO:PORTOFERRAIO22°27°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
domenica 14 agosto 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Anniversario Ponte Morandi, il sindaco di Genova legge il messaggio del premier Draghi

Politica domenica 13 febbraio 2022 ore 13:45

Mancuso difende lo sviluppo del porto

Nave da crociera al Molto Alto fondale a Portoferraio

L'ex sindaca di Rio Marina ed ex segretario dell'Autorità portuale interviene sul progetto di adeguamento tecnico funzionale del porto di Portoferraio



PORTOFERRAIO — Paola Mancuso, ex sindaca di Rio Marina ed ex segretario generale dell'Autorità portuale di Piombino ed Elba, interviene sul progetto di adeguamento tecnico funzionale del porto di Portoferraio.

"Lo sviluppo portuale è un tema fondamentale per un'isola che non rinunci definitivamente alla sfida dell'efficienza senza dimenticare il proprio valore ambientale. - afferma Mancuso - Ma di sicuro conciliare questi aspetti risulta possibile solo se si abbandonino posizioni acritiche e distanti dalla sostanza dei problemi. In proposito non si può tacere come la critica sferrata da alcune associazioni ambientaliste all'adeguamento tecnico funzionale dell'Alto Fondale a Portoferraio sia il frutto di un approccio "ideologico" che compie un'equazione totalmente infondata".

"È infatti la stessa definizione dell'intervento a tacitare alcune delle maggiori criticità sollevate. Il cosiddetto ATF - spiega  Mancuso - è uno strumento urbanistico ammesso solo nel caso di modifiche non sostanziali dell'infrastruttura ed a parità di destinazione urbanistica ( e quindi di carico urbanistico). Paradossalmente il lungo iter di questo intervento si deve proprio al fatto che il Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici nutrisse in origine delle perplessità proprio con riferimento al parziale cambio di destinazione dell'opera portuale in questione da "passeggeri" a "crocieristica" (peraltro già ospitata in passato dalla stessa banchina".

"Ora oltre al divertente gioco di parole ed al tentativo di trovare una diversa definizione per le persone che scendono da una nave da crociera (all'epoca dell'approvazione finì per essere abbandonato tale dilemma) ci si chiede in che cosa la discesa degli ospiti di una nave da crociera possa impattare maggiormente della discesa ripetuta di auto e camion nello stesso luogo, con la stessa viabilità e con i medesimi picchi stagionali. Quindi perché quando si addita un cambio di destinazione si pensa ad una formula vuota e non ci si sforza piuttosto di evitare di demonizzare un intervento in modo aprioristico e di capire che cosa realmente migliorare? - conclude Mancuso - Del resto quando la Gattaia - dopo le aspre critiche subite - diventa il bene da tutelare dal possibile impatto di un allungamento del filo banchina, onestamente tutto è possibile".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Processione in mare e messa nel pomeriggio. Musica e spettacolo pirotecnico sul mare a partire dalle 22
Orari traghetti Elba Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Marco Celati

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Spettacoli

Attualità

Cronaca

Attualità