Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:03 METEO:PORTOFERRAIO19°23°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
domenica 26 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Festa Leclerc: tutti in acqua dopo il trionfo, tuffo anche per il team principal

Politica martedì 07 marzo 2017 ore 14:59

Luisa Brandi lascia la maggioranza

La consigliera rassegna le deleghe e apre un fronte di scontro politico con la giunta comunale: "Impossibile andare avanti con questa maggioranza"



PORTOFERRAIO — "Acclarata assenza di affinità elettive". E' così, citando Goethe, che Luisa Brandi, consigliera comunale eletta fra le fila della maggioranza e già presidente del consiglio comunale, rompe definitivamente con la squadra di governo di Portoferraio.

Il casus belli è la mancata sovvenzione da parte della giunta guidata da Mario Ferrari, della manifestazione Femmineinfestival che l'anno scorso riunì in maniera organica le diverse iniziative svolte sul territorio per la Festa della Donna e che quest'anno, secondo Brandi, sarebbe stata snobbata da sindaco e assessori.

La frattura, per la prima volta ufficializzata, è in realtà da tempo avvenuta nei fatti con il culmine nel consiglio comunale del 31 dicembre quando la consigliera comunale abbandonò l'aula in contrasto con le scelte economiche proposte dalla giunta sul bilancio.

Luisa Brandi, avvocato, fu scelta dal sindaco Ferrari per guidare il consiglio comunale dopo la sfiducia votata nei confronti di Alessia Del Torto, consigliere di minoranza, ma anche lei non ha mantenuto a lungo l'incarico che è ora sulle spalle di Luciano Rossi.

"Le scelte della giunta non ci venivano comunicate nè spiegate - commenta Brandi - noi consiglieri dovevamo solo alzare la mano e questo è un atteggiamento che non posso più tollerare o condividere, per questo esco dal gruppo di maggioranza".

Riservandosi di commentare ulteriormente la vicenda nei prossimi giorni, Brandi scrive: "E’ ormai trascorso quasi un anno dalle mie dimissioni da presidente del consiglio comunale e circa due settimane dalla rinuncia a tutte le deleghe conferitemi dal sindaco in ordine all'organizzazione di mostre fotografiche, della Festa della Donna per l’8 marzo (FemmineinFestival) e valorizzazione delle eccellenze (commerciali-artigianali).

Orbene, nel premettere che la rinuncia alle suddette deleghe è intervenuta per mancanza evidente di interesse da parte dell’amministrazione comunale alle mie iniziative (e della quale ho dovuto prendere definitivamente atto dopo reiterati incontri con il sindaco) e, di conseguenza, di qualsivoglia stanziamento di spesa volto a promuovere la cultura locale a me affidata nei predetti limiti, non posso che rilevare come la mia esperienza politica con l’attuale maggioranza sia ormai naufragata per acclarata assenza di affinità elettive".

Riguardo a FemmineinFestival, Brandi precisa: "Detto evento non ha avuto seguito per l'impossibilità di programmare ed organizzare tempestivamente questa festa che, a mio avviso, avrebbe dovuto procedere secondo un naturale crescendo con stanziamenti (richiesti ma mai pervenuti) finalizzati a promuovere l’arte e l’artigianato locale.

Ma del resto, con la mia scelta, penso di aver fatto cosa gradita a questa amministrazione atteso che anche dinanzi a detta rinuncia (regolarmente depositata al protocollo) ha fatto seguito il medesimo silenzio.

Rimane, comunque il fatto (e non la polemica) che, non essendoci in giro idee nuove, il mio concept è, comunque, piaciuto così tanto all’amministrazione comunale da riproporre quest’anno un evento dislocato su varie sedi e spalmato in più giorni, così come io l’ho concepito e realizzato e questo, onestamente, non può che farmi piacere. 

Fa piacere apprendere che poco dopo la mia rinuncia sono emerse interessanti risorse per la festa della donna di quest’anno".

La consigliera comunale tiene poi a fare alcuni ringraziamenti: "A Angela Galli, Leonello Balestrini e all’associazione Historiae, a Simonetta Neto, a tutte le associazioni di danza rappresentate da Maria Paola Gori, Silvia Nardis, Franco Ascione e Antonella Colli, Chiara Guidarini, Ilaria Chirici, a tutti i relatori che in due anni di FemmineinFestival hanno partecipato raccontandoci il loro sapere, alla ASL Nord Ovest, a tutte le artigiane e alle artiste che hanno collaborato nel solo nome dell’arte e, infine, a tutte le persone che, partecipando, hanno apprezzato quel momento di condivisione".

Luca Lunedì
© Riproduzione riservata


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'incidente è avvenuto sulla strada provinciale all'altezza delle Grotte. Un uomo e una donna sono stati trasportati al Pronto soccorso
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Blue Lama

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Lavoro

Attualità