Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 06:30 METEO:PORTOFERRAIO24°28°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
lunedì 08 agosto 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Elezioni, Calenda: «Non intendo andare avanti in questa alleanza con il Pd»

Cronaca venerdì 01 luglio 2016 ore 17:08

L'ex segretario accusa: "Pressioni dal sindaco"

Si è tenuta la seconda udienza del processo all'ex segretario generale Michele Pinzuti, che chiama in causa il sindaco Mario Ferrari e la giunta



PORTOFERRAIO — E' un Michele Pinzuti a tratti commosso quello che si è seduto questa mattina al banco dei testimoni per raccontare la sua versione davanti al giudice Marco Sacquegna e agli avvocati di parte civile Renzo Grassi e Gabriele Mazzei. 

Per la prima volta la parola passa quindi all'accusato che ricostruisce non solo le vicende al centro del processo per cui è imputato per truffa aggravata, ma tratteggia anche un ritratto pesante del sindaco e della giunta.

L'ex segretario generale, difeso dall'avvocato Alessandro Civitillo, non contesta il denaro ricevuto dall'imprenditore Riccardo Ferrini, gli ormai famosi 5mila euro necessari per la registrazione della convenzione fra Comune e l'impresa Valdidenari srl per la realizzazione del piano Peep, ma fornisce la sua versione dei fatti: "L'ammontare della somma è quello che risultava dalle tabelle di legge per la registrazione e per le spese di segreteria, ho chiesto al Ferrini di portarmi una parte della cifra in contanti per poter procedere in fretta data l'urgenza che mi era stata rappresentata dal sindaco Ferrari quella mattina".

Secondo Pinzuti infatti, l'aria in Biscotteria la mattina del 18 dicembre era particolarmente agitata: "Io di quella convenzione non sapevo nulla - ha testimoniato - ma ho ricevuto pressioni notevoli dal sindaco affinchè si concludesse l'affare, mi disse che se non andava in porto sarei stato responsabile del licenziamento degli operai da parte della ditta alle porte del Natale. Io non conoscevo nemmeno il contratto ma una volta che la giunta aveva deliberato ero legalmente obbligato a eseguire il rogito".

Il momento cruciale è quindi quello della richiesta del denaro da parte di Pinzuti a Ferrini: "Eravamo andati nell'ufficio del vice sindaco per stampare il contratto - ha dichiarato Pinzuti - e quando ho chiesto a Ferrini i 5mila euro nella stanza c'era anche il sindaco Ferrari, il suo consulente Parigi e altri componenti della giunta. Poi alcuni sono andati via". 

A quel punto avviene la consegna del denaro che Pinzuti afferma di aver custodito per motivi di sicurezza: "Ho lasciato mille euro nel cassetto dell'ufficio per le spese vive e gli altri 4mila li ho messi in borsa perchè pensavo fosse il posto più sicuro, in municipio non c'è una cassaforte per queste cose".

Il secondo nodo cruciale raccontato alla sbarra è la restituzione del denaro: "Ferrini mi è venuto a trovare a casa, il 19 gennaio 2015 e gli ho restituito i 4mila euro nella stessa busta. Il problema è che è stata eseguita la distinta di pagamento solo per la registrazione non anche per i diritti di segreteria che sono poi i 4.500 euro chiesti al Ferrini dall'attuale ragioniere capo Luca Donati alcuni mesi dopo. Sommando i 290 euro per la registrazione ai diritti di segreteria la mia valutazione di 5mila euro necessari non era molto lontana dalla realtà".

Nella stessa giornata è stata sentita Laura Ferrini, rappresentate della Valdidenari srl, che ha sostanzialmente confermato la versione dei fatti raccontata dal fratello Riccardo nella prima udienza e alcuni testimoni della difesa di Pinzuti. 

La seduta è stata poi aggiornata al prossimo 16 dicembre.

Luca Lunedì
© Riproduzione riservata


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il maltempo è previsto anche su costa e isole toscane settentrionali. Saranno possibili anche colpi di vento e grandinate
Orari traghetti Elba Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità