Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 08:00 METEO:PORTOFERRAIO10°16°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
sabato 03 dicembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
A Bakhmut, con i soldati ucraini sotto l'attacco dei miliziani russi della Wagner

Attualità sabato 08 aprile 2017 ore 17:59

Lana e sughero per pulire il mare della calata

Foto di: Claudia Lanzoni - InfoPark

Questa mattina al molo Elba è stato posato il banner mangia petrolio donato da Daniela Ducato a Portoferraio per pulire l'acqua della calata



PORTOFERRAIO — Un panno di lana e sughero che assorbe l'inquinamento dal mare e che a sua volta può essere lasciato degradare in acqua. E' questo il regalo che Daniela Ducato ha fatto questa mattina a Portoferraio e che resterà per i prossimi mesi appeso alla banchina del molo Elba.

Il banner mangia petrolio completamente biodegradabile, capace di assorbire con 1 kg di prodotto fino a 14 kg di idrocarburi petrolchimici, è l'invenzione che ha proiettato le aziende della Ducato nell'elenco delle eccellenze tecnologiche mondiali e che l'imprenditrice ha voluto portare sull'isola inaugurando così il Festival del Camminare del Parco Nazionale Arcipelago Toscano.

Gli idrocarburi petrolchimici sversati a mare durante le attività operative giornaliere di navigazione (trasporto, turismo, pesca) causano il 25% dell'inquinamento marittimo totale

L'innovazione del banner ecologico sta nei materiali, geotessili realizzati in pura lana vergine di pecora sarda e sugherone, che diventano materia per assorbire gli idrocarburi petrolchimici e di biodegradarli, metabolizzando quindi questi inquinanti affollano il mare.

In un mese, questi prodotti magia-petrolio riescono a biodegradare oltre i due terzi dell’inquinante assorbito immagazzinando gli inquinanti e allo stesso tempo offrendo riparo ai microrganismi denitrificanti che naturalmente vivono e sono presenti in mare. L’acqua riattiva il metabolismo di questi batteri utili non patogeni che in perfetta armonia con la flora autoctona svolgono la loro azione di nutrirsi di idrocarburi, petrolchimici e composti azotati rilasciando l’acqua pulita.

Ogni mese i due banner verranno abbassati di 5 cm mentre la parte immersa si scioglie, garantendo un'azione di pulizia che durerà mesi per le acque che bagnano la calata di Portoferraio.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La Protezione civile regionale ha emesso un'allerta meteo per le prossime ore. Ecco nel dettaglio le previsioni meteo
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Adolfo Santoro

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Politica

Attualità