Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:54 METEO:PORTOFERRAIO16°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
giovedì 25 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
25 aprile per sempre. Dall’Italia al Portogallo, l’altra Liberazione

Cronaca lunedì 30 gennaio 2017 ore 11:14

Ladri pasticcioni beccati dai Carabinieri

Una coppia di giovani portoferraiesi perde il cellulare nell'appartamento svaligiato e ne denunciano la scomparsa ai Carabinieri



PORTOFERRAIO — Entrano in caserma per denunciare la scomparsa di un telefono cellulare e ne escono con l'accusa di furto aggravato in concorso. E' questa la storia di una coppia di giovani portoferraiesi, non proprio due raffinatissime menti criminali, identificati dai Carabinieri elbani come autori di un furto in appartamento.

I due ragazzi, V.M. 23enne e M.M. 19enne, entrambi residenti nel capoluogo elbano, qualche sera addietro si erano introdotti, forzando la porta d’ingresso, nell'abitazione di una donna di origini extracomunitarie in quel momento assente e, dopo aver messo a soqquadro gli interni, si erano impossessati di una televisione ed un pc portatile di ultima generazione per un valore complessivo di circa 2mila euro.

Durante il blitz tuttavia, uno dei due ha perso nell'appartamento il proprio telefono cellulare, prontamente ritrovato dagli uomini dell'Arma intervenuti dopo la denuncia della proprietaria. Durante il sopralluogo infatti l'apparecchio è stato rinvenuto ma non riconosciuto dalla donna. 

Nei giorni successivi, mentre i militari procedevano agli accertamenti e alla ricostruzione delle probabili fasi del furto, uno dei due ladri pasticcioni si è recato nella stessa caserma dei Carabinieri per denunciare la scomparsa del cellulare, probabilmente per procedere al blocco della scheda telefonica.

Gli uomini dell’Arma hanno incrociato i riferimenti sull'oggetto in questione e hanno immediatamente effettuato due perquisizioni presso le rispettive abitazioni dei giovani recuperando il pc portatile marca Apple asportato alla donna e prontamente restituito. 

Per i due ragazzi è scattata invece la segnalazione all’autorità giudiziaria livornese alla quale dovranno rispondere del reato di furto aggravato in concorso con pene che possono raggiungere i tre anni di reclusione.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Sono sette le ragazze che hanno superato la prima preselezione del concorso che si è svolta a Porto Azzurro
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Politica

Attualità

Politica