comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 15°20° 
Domani 13°16° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
sabato 04 aprile 2020
corriere tv
Ilaria Capua: «Il virus non andrà via con l'estate ma ne usciremo»

Attualità venerdì 08 dicembre 2017 ore 07:00

L'acqua e l'Elba, soluzioni e polemiche

Gianni Anselmi, l'assessore Fratoni e il presidente di Asa

Il convegno organizzato dal PD si è scontrato con le resistenze del Comitato anti-dissalatore. Fratoni: "Elba zona critica, investiremo 4 milioni"



PORTOFERRAIO — Raramente all'isola d'Elba si è assistito ad un evento così partecipato. Tre sindaci (Ferrari, Barbetti, Montauti), tre vicesindaci (Giacomelli, Marini, Gelsi), tre ex sindaci (Peria, Mancuso, Ciumei), rappresentanti di tutte le parti politiche e della Fondazione Elba. Insieme a questi, un nutrito gruppo di agguerriti contestatori al progetto del dissalatore da costruire a Mola (rappresentanti del Comitato per la difesa di Mola e Lido) ha reso difficile - in maniera dura ma comunque al limite del civile dibattito - la gestione dell'incontro organizzato dal gruppo PD in consiglio regionale, nonostante l'autorità e la diplomazia di Gianni Anselmi, consigliere regionale di riferimento per il territorio.

C'è voluta tutta la capacità di autocontrollo dei relatori di ASA (il gestore del servizio idrico) e di AIT (l'autorità idrica toscana) per spiegare tutte le motivazioni e gli studi che hanno portato alle scelte che stanno per essere messe in atto sul territorio.

A un certo punto la polemica stava per divenire istituzionale,quando dopo aver sentito che l'assessore Fratoni aveva programmato di prendere la nave delle 17,10 , il  sindaco di Portoferraio Mario Ferrari ha fatto le sue rimostranze alla platea dei relatori protestando per il poco tempo dedicato al dibattito.

Dopo aver superato l'incidente diplomatico, è stata ribadita da parte dei relatori  l'inutilità di protestare oggi per un'opera la cui realizzazione è stata decisa, discussa e partecipata già molti mesi fa. "Il dissalatore va fatto - ha sottolineato l'assessore Federica Fratoni - perchè non vorrei mai venire qui in qualità di assessore alla protezione civile, per affrontare una situazione di emergenza che si potrebbe verificare durante la stagione estiva. Ricordo anche  - ha detto ancora l'assessore - che le risorse idriche della Val di Cornia non sono infinite, e quindi l'Elba dovrà pensare per forza di rendersi indipendente dal punto di vista idrico. La Regione ha investito 4 milioni di euro per i dissalatore, e se sarà necessario  investirà anche altre risorse. L'Elba è in testa alle zone di attenzione in questo momento di carenza idrica, perchè è un territorio critico. Non vorremmo vedere i turisti prendere le loro valige e tornare a casa per essere restati senz'acqua durante le loro vacanze".

Ci sono stati anche momenti di contestazione fra il folcloristico e l'arrabbiato, come quello dell'intervento di Luciano Geri, residente in una zona limitrofa a quella dove dovrà essere realizzato il dissalatore, ma fortunatamente sono rimasti fini a se stessi, circoscritti anche dalla disponibilità al dialogo da parte  dei relatori.

Oltre agli esponenti del comitato, sono intervenuti anche il sindaco di Portoferraio Mario Ferrari, che ha ricordato l'importanza di predisporre adeguati serbatoi idrici per affrontare i periodi di crisi e chiesto di stabilire delle soglie di emungimento dalle falde di acqua pubblica da parte dei privati, e il presidente della Fondazione Elba Marco Mantovani, che ha posto l'accento sul problema dei costi dell'acqua.



Tag
 
Orario voli Silver Air Orari traghetti Elba Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Cronaca

Attualità

Attualità