QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 10° 
Domani 13° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
venerdì 22 febbraio 2019

Attualità martedì 08 gennaio 2019 ore 10:04

L'Alberghiero elbano, il migliore della provincia

Sede dell'Istituto alberghiero a Concia di Terra, Portoferraio

Secondo i dati di Eduscopio, il portale della Fondazione Agnelli, l'Alberghiero "Brignetti-Foresi" è il primo nella provincia di Livorno



PORTOFERRAIO — Eduscopio è il portale della Fondazione Agnelli e contiene informazioni sulla qualità degli istituti secondari di secondo grado di tutta Italia.

Nella provincia di Livorno, l'Istituto professionale per i servizi della ristorazione di Portoferraio risulta al primo posto sia per l'indice di occupazione dei diplomati (cioè la percentuale di ragazzi/e che lavorano entro due anni dal diploma) che per la coerenza fra studi fatti e lavoro trovato.

In particolare, l'indice di occupazione (*) è di 67,85 per cento (il secondo istituto classificato registra il 54,41 per cento) e la coerenza (**) è al 76,67 per cento (il secondo è a 72 per cento).

Oltre alla scuola elbana, sono stati considerati gli altri quattro istituti professionali della provincia: Ceccherelli (Piombino), Mattei (Rosignano), Orlando (Livorno) e Vespucci-Colombo (Livorno).

"Siamo confortati da questi dati – sottolinea il preside Enzo Giorgio Fazio – che rendono ragione del lavoro costante degli operatori scolastici e degli studenti. E' anche il segno di un consolidato rapporto con il territorio e di attenzione al reale fabbisogno formativo".

Il portale Eduscopio, nato nel 2014 e gratuito, è uno strumento utile per genitori e studenti che vogliono sapere quali sono gli istituti che preparano meglio, dopo il diploma, agli studi universitari o al mondo del lavoro. 

Degli istituti professionali mette in luce la capacità di preparare l'ingresso nel mondo del lavoro per quanti, dopo il diploma, non intendono andare all'università.


(*) L’Indice di Occupazione ci dice qual è la percentuale degli occupati (coloro che hanno lavorato almeno 6 mesi entro i primi due anni dal conseguimento dal diploma), su coloro che non si sono immatricolati all’università (occupati+sottoccupati+altro).

(**) L'Indice di coerenza fra gli studi fatti e il lavoro trovato è la percentuale di diplomati che a 2 anni dal diploma lavorano e hanno una qualifica professionale perfettamente in linea con il titolo di studio conseguito. Non include coloro che lavorano ma hanno una qualifica professionale trasversale, cioè comune a più titoli di studio (ad es. commessi in attività commerciali di diversi settori merceologici), e per i quali non si può valutare con certezza il grado di coerenza; né ovviamente coloro che lavorano ma hanno una qualifica professionale non in linea con il proprio titolo di studio. 



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Politica

Attualità

Attualità