QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 15°18° 
Domani 16°29° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
lunedì 15 luglio 2019

Attualità domenica 25 febbraio 2018 ore 10:00

La nave non parte, scoppia la polemica

Una nave attracca al porto di Piombino

Ci scrive un lettore: "Non sapevano come dircelo, si vedeva che non erano condizioni meteo avverse. Partiti con la nave successiva, ma presi in giro"



PORTOFERRAIO — Se le persone rimaste all'Elba nella serata di sabato 24 febbraio a causa della sospensione della corsa delle 20,30 da Portoferraio  l'hanno presa con filosofia, senza protestare più di tanto, non è successo lo stesso a Piombino in occasione della corsa Toremar delle 19, come ci racconta un nostro lettore.

"Ieri  al nostro rientro  - ci scrive il lettore - siamo arrivati sul porto intorno alla 18.30, mentre  la nave che doveva ripartire alle 19.00 stava attraccando; ci siamo diretti verso l'imbarco ma si vedeva che non sapevano come dircelo ....alle 18.55 ci dicono che la nave non parte a seguito della comunicazione del comandante. Gli animi si sono riscaldati immediatamente,  eravamo un centinaio di persone ed una quindicina di auto; il tipo che ci ha comunicato della non partenza della nave, dopo che qualcuno gli ha fatto notare che faceva gli interessi dell'armatore, con modi provocatori ha esordito che lui non conosceva neanche il comandante, che difendeva le scelte di chi lo paga  e non del comandate che ha deciso di non partire, ed ha aggiunto:  se volete andate a denunciare il tutto.  Gli abbiamo fatto notare che sulla corsa partita alle 18.15 , tra l'altro arrivata in perfetto orario,  vi erano a bordo dei nostri conoscenti che ci hanno assicurato che queste condizioni avverse non si sono manifestate. Ci siamo rivolti alla Capitaneria di porto, e qui  l'addetto ci ha accolto ma ci ha confermato che anche loro sono impossibilitati ad intervenire o meglio prendono solo atto della comunicazione da parte della compagnia che quella nave non è partita. Siamo saliti sulla nave delle 20.30 e possiamo giurare che non si è mossa!! Quando siamo scesi , ho capito che  per l'ennesima volta ci hanno preso per i fondelli".

Fin qui la lettera, che riportiamo per dovere di cronaca, ben sapendo che la ragione sta dalla parte della compagnia  e delle scelte del comandante. Evidente però  nello stesso tempo, mentre lasciamo ad altri le valutazioni sulle effettive condizioni meteo e sulla economicità di partenze con un numero di passeggeri limitato, che chi di dovere dovrà fare altre valutazioni, legate alla continuità territoriale ed al doppio disagio provocato dallo stop di quella corsa, soprattutto per chi è dovuto rimanere imprevedibilmente al'isola d'Elba.

Fabio Cecchi
© Riproduzione riservata



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Politica

Politica

Attualità