Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:17 METEO:PORTOFERRAIO18°32°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
domenica 14 agosto 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Berlusconi: «Io al Quirinale? È fuori dalla mia testa Sono soddisfatto dalla vita»

Attualità giovedì 02 giugno 2022 ore 06:30

Incontro per parlare di Elba e cambiamenti climati

L'iniziativa è promossa in occasione dei sette anni dalla Laudato Si' di Papa Francesco e le attività che possono essere messe in campo sull'isola



PORTOFERRAIO — Lunedì 6 Giugno, alle ore 18, il Circolo Laudato Si' Elba e Legambiente Arcipelago Toscano organizzano all’Open Air Museum Italo Bolano (di San Martino) a Portoferraio, gentilmente concesso dalla Fondazione Italo Bolano e.t.s., l’incontro pubblico “Sette anni con la Laudato Si' - Cambiamenti climatici: quali conseguenze per l'Elba? Le comunità energetiche rinnovabili (CER): una scelta per il futuro”.

Il dibattito sarà introdotto da Nunzio Marotti, animatore Laudato Si', e Umberto Mazzantini, responsabile mare Legambiente Toscana, e si concentrerà sugli impatti già in corso e futuri dei cambiamenti climatici all’Isola d’Elba e nell’Arcipelago Toscano e sulla grossa novità delle comunità energetiche rinnovabili (CER) che consentiranno alle comunità locali e a gruppi di cittadini di diventare energeticamente autonomi e di creare una rete solidale e democratica di distribuzione dell’energia.

Nunzio Marotti sottolinea: "Con questa iniziativa vogliamo affrontare il tema dell'emergenza climatica alla luce della “Laudato Si'”, l'enciclica sociale con cui papa Francesco esprime la preoccupazione per lo stato del pianeta e per le conseguenze sugli abitanti e individua la necessità urgente di cambiare attraverso la cura della nostra casa comune, il creato. Tra le scelte positive, Papa Francesco indica le “cooperative per lo sfruttamento delle energie”. E di costruzione delle comunità energetiche si è parlato nella Settimana sociale di Taranto, dove è stata anche indicata come priorità per i cattolici italiani, “una grande opportunità dal basso” in favore della transizione ecologica e “allo stesso tempo un’opportunità di rafforzamento dei legami comunitari”. Senza trascurare i risparmi in bolletta, in un tempo di crescente difficoltà per famiglie e imprese".

Umberto Mazzantini ricorda che "Il riscaldamento globale colpisce il Mediterraneo a livelli molto più alti che le altre aree del mondo, con conseguenze immediate sulla biodiversità e le risorse idriche e, in un futuro non molto lontano, anche per l’innalzamento del livello del mare e le ondate di caldo, sull’economia turistica. Le Isole sono i territori più esposti alle conseguenze del cambiamento climatico e della perdita di biodiversità e risorse, per questo devono essere in prima fila nella prevenzione e mitigazione e le Comunità energetiche rinnovabili rappresentano un impegno concreto e praticabile da amministrazioni pubbliche, imprenditori e cittadini per contribuire alla salvaguardia del Creato e della nostra economia turistica che si basa proprio sulla salvaguardia delle bellezze naturali".

L'incontro, concludono gli organizzatori, può rappresentare l'inizio di un percorso per la realizzazione di comunità energetiche a Portoferraio e all'Elba, che coinvolga diversi soggetti. La cittadinanza è invitata a partecipare.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Processione in mare e messa nel pomeriggio. Musica e spettacolo pirotecnico sul mare a partire dalle 22
Orari traghetti Elba Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Marco Celati

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Attualità