Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:55 METEO:PORTOFERRAIO16°24°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
venerdì 12 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Neymar distratto dal telefono gioca a poker durante la festa di compleanno della figlia

Cronaca sabato 20 ottobre 2018 ore 10:50

Fermato camionista con cronotachigrafo manomesso

Immagine di repertorio

Da un controllo effettuato dalla Polizia l'autista, nonostante fosse alla guida del mezzo, secondo i dati del dispositivo, risultava non aver guidato



PORTOFERRAIO — Gli agenti della Squadra volante del Commissariato di Portoferraio, oltre a garantire il primo intervento in caso di segnalazioni ricevute al numero del 113, continuano a dedicare una particolare attenzione anche alla sicurezza degli utenti della strada in generale.

In merito a ciò il 16 Ottobre scorso, nel quartiere portoferraiese di Carpani hanno effettuato l' accurato controllo di un camion con rimorchio, condotto da un dipendente di una ditta di trasporti con sede nella provincia di Terni.

Gli operatori, dopo aver chiesto ed ottenuto dall’autista del mezzo pesante la stampa del resoconto giornaliero del cronotachigrafo, dalla lettura dei dati hanno constatato che il soggetto non risultava aver svolto alcun tipo di attività: né guida, né riposo; in aperta contraddizione con l’evidenza del fatto che il medesimo soggetto era stato fermato mentre conduceva il mezzo.

Dopo aver chiesto spiegazioni, gli agenti hanno quindi constatato, anche per stessa ammissione del conducente, che le registrazioni giornaliere relative all’uso del mezzo non corrispondevano a verità, in quanto l'autista aveva posizionato un grosso magnete all’altezza del sensore di movimento del cronotachigrafo.

Il cronotachigrafo è previsto sui veicoli commerciali e industriali circolanti nell'area comunitaria europea. Il dispositivo viene installato obbligatoriamente sui veicoli adibiti al trasporto di cose di peso complessivo superiore alle 3,5 tonnellate e su veicoli adibiti al trasporto di passeggeri con numero di persone, compreso il conducente, superiore a nove.

Gli operatori della Squadra volante hanno quindi agito in base all’art.179 c.2 del Codice della strada ed hanno ritirato il permesso provvisorio di guida dell’autista per consentire l’applicazione della misura accessoria della sospensione del titolo, non trovando applicazione, secondo quanto stabilito dalla Corte di Cassazione la previsione incriminatrice di cui all'art. 437 codice penale.

"Un comportamento del genere - hanno dichiarato dal Commissariato di Portoferraio - mette a rischio la sicurezza di tutti gli utenti della strada e diffonde la convinzione della disinvoltura con cui i mezzi pesanti circolano su arterie stradali più o meno importanti: comunque sul territorio insulare la Polizia di Stato mantiene alta l’attenzione anche in questo segmento della sicurezza".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Incontro di Sin Balneari sulla normativa e le difficoltà riguardo alla Bolkestein e alle concessioni balneari
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cronaca