Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:20 METEO:PORTOFERRAIO22°23°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
mercoledì 19 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Corea del Nord: ritorno al 1950? Putin consacra la “monarchia rossa”

Attualità venerdì 26 maggio 2023 ore 16:30

"Preoccupazione per gli stabilimenti balneari"

Foto di repertorio

L'associazione AssoComElba, a nome dei balneari, esprime dubbi e preoccupazioni sulla mappatura delle concessioni sui litorali



PORTOFERRAIO — "La mappatura delle concessioni sui litorali, per valutare l'esistenza o meno a livello nazionale della scarsità della risorsa richiesta per l'applicazione della legge Europea Bolkestein, sta destando molta apprensione anche tra i titolari degli stabilimenti balneari elbani. 

Lo scrive in una nota l'associazione Commercio Turismo e Servizi dell’Isola d’Elba (AssoComElba).

“L'iniziativa dell'Agenzia del Demanio di avviare l'iter di acquisizione degli immobili inamovibili all'interno delle concessioni ai sensi dell'art. 49 codice della navigazione, dunque senza risarcimento alcuno per il concessionario, preoccupa ed è intempestiva. - afferma Franca Rosso, presidente dell’Associazione Commercio Turismo e Servizi dell’Isola d’Elba (AssoComElba) aderente a Confindustria Livorno Massa Carrara - A nostro avviso è un’inopportuna fuga in avanti, a concessioni vigenti e con il legislatore al lavoro per modificare la normativa nazionale nel rispetto della normativa Europea”. 

Rincara la dose Stefano Martinenghi, titolare dello stabilimento Barbatoja a Fetovaia e referente dei balneari di AssoComElba: “Questa iniziativa, la cui legittimità in tali circostanze è assai dubbia, scatenerà una miriade di ricorsi al TAR se non sospesa. Perché l'acquisizione segue e non precede la cessazione delle concessioni, che sono state prorogate ex lege al 31.12.2024 proprio per consentire al legislatore di modificare la normativa sulla base dei principi espressi dal Consiglio di Stato in seduta plenaria con le cosiddette sentenze gemelle n.17 e 18 del dicembre 2021, recepiti nel Decreto Milleproroghe convertito in legge – prosegue Martinenghi – e fra tali principi c'è la previsione di indennizzo dei concessionari uscenti e di punteggi da assegnare a tutela dei concessionari che vogliano continuare ad investire nella propria attività. Ma anche a voler considerare la precedente data del 31.12.2023, la sostanza non cambia, perché l'acquisizione al Demanio segue la cessazione delle concessioni. Se la mappatura in corso rivelerà che a livello nazionale non c'è scarsità della risorsa, ovvero c'è disponibilità di litorali da dare in concessione per nuovi stabilimenti balneari, allora per gli attuali concessionari si aprirà la strada del rinnovo delle attuali concessioni, che non sarà automatico, ma in base ai requisiti preferenziali a tutela dei concessionari stessi”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
I cittadini presenti nella zona sono subito intervenuti per paura che l'incendio di estendesse. Sul posto vigili del fuoco e carabinieri forestali
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Erica Fiumalbi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Politica