Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:35 METEO:PORTOFERRAIO12°14°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
martedì 27 febbraio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
A Kiev, tra le bandierine ai caduti e l’appello agi alleati: «Mandate armi e munizioni»

Cultura lunedì 04 dicembre 2023 ore 07:23

Nuova collocazione per il dipinto su Napoleone

Si tratta del dipinto dell'artista Luciano Regoli che era collocato al Centro Culturale De Laugier ora si trova al Forte Inglese



PORTOFERRAIO — E’ stata individuata, in accordo tra Comune di Portoferraio e Parco Nazionale Arcipelago Toscano, una nuova collocazione del dipinto ‘Lo Sbarco di Napoleone all’Elba’ che il pittore elbano Luciano Regoli dipinse nel 2014, su commissione del Comune di Portoferraio, in occasione del Bicentenario dell’arrivo sull’isola dell’imperatore francese.

La grande tela (lunga circa 6 metri per 3 di altezza) è stata collocata in una delle sale espositive del Forte Inglese ed è arricchita da un allestimento inedito con quattro pannelli e video documenti che narrano la genesi dell’opera e raccontano alcuni dei momenti più significativi della suggestiva rievocazione storica del maggio 2014.

L’opera racconta tre diversi momenti: l’arrivo di Napoleone Bonaparte; lo sbarco dell’equipaggio e dell’imperatore; l’accoglienza e la consegna delle chiavi della città da parte del sindaco e dei notabili. Il dipinto completato in 30 giorni ed eseguito in modalità “porte aperte”, vide la partecipazione attiva della città con diversi cittadini portoferraiesi che posarono per l’artista in qualità di figuranti.

“L’intento del progetto – spiega l’assessora alla Cultura Nadia Mazzei - è mantenere la memoria e dare il giusto risalto ai memorabili eventi del Bicentenario Napoleonico che ebbero luogo nel 2014 e videro l’intera Isola unita in una grandiosa festa. Il quadro è, inoltre, una sorta di regalo ed un grazie alla cittadinanza di Portoferraio da parte di Luciano Regoli per l’affetto e il sostegno ricevuti in 40 anni di attività pittorica”. 

Il Forte Inglese, struttura difensiva del ‘700, è gestito dal Parco Nazionale grazie ad una accordo di collaborazione stipulato con il Comune. Grazie a questa sinergia, nell’arco di pochi anni, i cittadini elbani hanno potuto osservare la nascita del NAT LAB, il primo Museo entomologico dell’Arcipelago Toscano, l’inaugurazione della mostra permanente “L’Elba di Giorgio Roster” che consente un viaggio fra le eccellenze storiche, naturalistiche e geologiche dell’isola ed infine l’installazione di una camera PRISMA, parte di una vasta rete di camere all-sky distribuite in tutta Italia, per registrare i passaggi dei corpi celesti.

“Siamo orgogliosi di ospitare l’opera pittorica di Regoli all’interno delle prestigiose mura del Forte - aggiunge il presidente del Parco Giampiero Sammuri - poiché risalta il valore storico dell’edificio e fornisce un’ulteriore occasione di visita alla struttura che, nel suo insieme, rappresenta davvero il connubio fra Uomo e Natura che il Parco Nazionale e la Riserva della Biosfera MAB UNESCO devono perseguire nei loro obiettivi istituzionali. Il Forte Inglese rappresenta un valido esempio di “buona pratica” in termini di collaborazione fra le istituzioni e le associazioni del territorio”.

Il dipinto di Luciano Regoli può essere ammirato in occasione delle aperture straordinarie di Forte Inglese che, nel mese di dicembre, sono previste nei giorni di venerdì e sabato dalle 15 alle 17.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Sono passati 20 anni da quell'intervento che ha unito per sempre due cugini e che ha salvato la vita ad uno di loro
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alberto Arturo Vergani

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Politica

Attualità