Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:20 METEO:PORTOFERRAIO16°20°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
martedì 16 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Sale su una piattaforma proibita per scattare un selfie e precipita nel vuoto: morta un’influencer russa

Attualità giovedì 25 gennaio 2024 ore 06:30

Flashmob per dire "Cessate il fuoco"

Una rete di donne elbane ha aderito all'iniziativa lanciata da un gruppo di donne bresciane per chiedere la fine di tutte le guerre



PORTOFERRAIO — "Cessate il fuoco! Sabato 27 gennaio ore 15, davanti al Comune di Portoferraio. Abbiamo accolto la proposta di un gruppo di donne bresciane che già lo scorso anno si erano recate in cammino da Brescia alla base Nato di Ghedi. Erano arrivate in quattrocento, a piedi, davanti al filo spinato, vestite di nero con cartelli attaccati al collo".

È questo l'appello raccolto e rilanciato attraverso una nota da un gruppo di donne elbane.

"Oggi lanciano una proposta di flash-mob alle cittadine di ogni comune d'Italia. Scritto sui corpi di quattordici donne vestite di nero a lutto, si leggerà la scritta Cessate il fuoco. Siamo tutte “Donne in cammino per la pace” e tutte insieme vogliamo 'raccogliere il testimone delle ‘Donne del sole’ palestinesi e delle ‘Donne che osano la pace’ di Israele, unite per la pace'. - si legge ancora nella nota - La modalità della disseminazione della pace scelta dalle organizzatrici è quella del cammino e non quella della “marcia”, termine con una connotazione semantica militaresca: “Il cammino è un atto simbolico, cammino in silenzio per urlare che pace non è utopia; cammino perché ogni passo ci conduca alla pace; cammino per denunciare le atrocità provocate dai conflitti; cammino perché le donne nei conflitti armati sono le prime vittime di violenza e stupro; cammino perché vorrei vedere i figli e le figlie fiorire e vivere; cammino in solidarietà alle tante donne che nel mondo agiscono perla loro libertà”".

"Il messaggio vuole essere di sdegno per tutte le guerre in atto in questo momento, volute, create e finanziate dai potenti del mondo che ci stanno portando ad un conflitto mondiale permanente, mortee distruzione tra la popolazione civile, inerme e fragile. Poveri, donne, anziani e bambini sono le vittime sacrificali sull'altare del nuovo ordine mondiale, nessuno si consideri salvo da questa follia. La rete di donne che all'isola d'Elba spontaneamente si è unita intorno a questa dimostrazione di dissenso nazionale intende localmente, a partire da proprio territorio con la propria gente", prosegue la nota.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Questa mattina i carabinieri hanno posto i sigilli ad una attività di vendita di materiale per edilizia
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Imprese & Professioni

Attualità

Sport

Attualità