QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 13°15° 
Domani 14°15° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
venerdì 13 dicembre 2019

Attualità martedì 29 agosto 2017 ore 16:22

Elba Festival, il programma completo

Il maestro Yuri Bashmet direttore artistico del festival

E' la ventunesima edizione della prestigiosa manifestazione internazionale. La sede principale è ancora il Teatro Dei Vigilanti "Renato Cioni"



PORTOFERRAIO — Prende il via mercoledì 30 agosto, con un concerto ad ingresso libero in Piazza Cavour a Portoferraio, la ventunesima edizione del Festival Internazionale “ Elba Isola musicale d’europa”. Anche quest’anno, sotto la direzione artistica di Georges Edelman e quella musicale del maestro Yuri Bashmet, il festival proporrà il connubio tra le note magiche ed il silenzio riempito di luci ed immagini di alcune delle località più suggestive dell’arcipelago. La sede principale sarà ancora la sede storica del Teatro Napoleonico dei Vigilanti “R. Cioni”. Anche esso, ormai parte essenziale delle performance dei grandi talenti che si sono susseguiti sul suo palcoscenico in questi ventuno anni. Caso più unico che raro per l’Elba, non solo per il perdurare di una manifestazione così a lungo nel tempo, ma anche per la continuità di un sodalizio che vede nella Regione Toscana e nel Comune di Portoferraio i principali attori, coadiuvati dalla Provincia di Livorno, dal Comune di Campo nell’Elba, dal Parco Nazionale dell’arcipelago Toscano, dall’Associazione Albergatori e dalla Fondazione Isola d’Elba. Questo, testimonia non solo il valore intrinseco della manifestazione, che ha visto negli anni affiancarsi all’orchestra i “Solisti di Mosca”, alcuni dei migliori talenti del panorama internazionale della musica classica e jazz, ma anche il radicamento ed ormai l’appartenenza alla vita sociale elbana della manifestazione. Con questi presupposti, la nuova edizione non potrà che rappresentare un ulteriore successo.

Si parte con il botto, con un’esibizione della cantante pop- jazz Karima, accompagnata da Piero Frassi al pianoforte e Mirco Rubegni alla tromba.

Subito dopo si rientra nella magia del Teatro Napoleonico come di consueto, con l’Orchestra I Solisti di Mosca, diretta dal Maestro Yuri Bashmet. Con Ksenia Bashmet pianoforte e Raphael Bell violoncello, anche la violinista inglese Pryia Mitchell e la violista rumena Silvia Simionescu, debuttanti sui palcoscenici elbani. Con loro Alasdair Beatson, pianista scozzese che si è già fatto notare lo scorso anno. Musiche di Beethoven- Mahler, Enescu, De Falla, Schnittke. Teatro dei Vigilanti giovedì 31 agosto ore 21. 15.

La stessa orchestra, sempre diretta dal maestro Yuri Bashmet, che si esibirà anche alla viola, si sposta per incontrare il tramonto con lo sfondo di Portoferraio, presso la Villa Romana. Musiche di Mozart, Bruch, Sviridov. Villa Romana delle Grotte, Portoferraio, ore 19.

Rientro a casa, al Tetro dei Vigilanti intitolato a Renato Cioni, per l’ atteso Elba Festival Prize, quest’anno assegnato alla straordinaria pianista quattordicenne Ekaterina Bonyushkina. Ai violini Pryia Mitchell e Aki Saullier, Raphael Bell violoncello, Alasdair Beatson pianoforte, Silvia Simionescu viola e Joseph Carver contrabbasso. Musiche di Dohnànyi, Beethoven, Chopin, Schubert.Teatro dei Vigilanti sabato 2 settembre ore 21.15.

Nuova trasferta per recarsi nell’incantevole baia della Biodola, con l’ormai tradizionale Concerto Cena, presso l’Hotel Hermitage. Orchestra i Solisti di Mosca diretta dal Maestro Yuri Bashmet, Ksenia Bashmet pianoforte. Musiche di Stravinsky, Brahms, Caikovskij. Hotel Hermitage domenica 3 settembre ore 19.

Torna un beniamino del pubblico elbano, il violoncellista Mario Brunello, con due concerti, il primo a teatro insieme al pianista Andrea Lucchesini ed a Gabriele Mirabassi, clarinettista e compositore. Musiche di Rota, Gustavino, Schnittke. Teatro dei Vigilanti lunedì 4 settembre ore 21.15.

Il giorno dopo, ci si sposta in traghetto per raggiungere lo stupefacente atollo mediterraneo di Pianosa. Sull’ex isola carcere, Mario Brunello si esibirà in duo con Gabriele Geminiani, anche lui talentuoso violoncellista. Musiche di Offenbach, Boccherini, Knaifel. Isola di Pianosa, martedì 5 settembre ore 19.

Un salto per tornare a Portoferraio, all’interno delle meravigliose Mura Medicee volute da Cosimo e che dominano la baia di Portoferraio, per un programma musicale davvero insolito e coinvolgente: con il sassofonista elbano Jacopo Taddei, vincitore dell’Elba Festival Prize dello scorso anno ed il fisarmonicista Samuele Telari. Musiche di Galliano, Iturralde, Girotto, Piazzolla, Paganini, Paulsson, Dulbecco, Nazareth. Forte Falcone , Portoferraio, mercoledì 6 settembre, ore 19.

Gran finale a Teatro con Alexandra Conunova violino, Beatrice Muthelet viola, Gabriele Gemiani Violoncello e l’eccezionale pianista Enrico Pace. Musiche di Maheler, Fauré, Brahms. Teatro dei Vigilanti giovedì 7 settembre ore 21.15.

“Aver superato i 20 anni è molto importante – ha spiegato il maestro Georges Edelman – Insieme al maestro Yuri Bashmet lo avevamo concepito come un festival che vive rinnovandosi e così è stato negli anni. Le performance, ma anche gli stessi artisti che si esibiscono, arrivano a diventare parte integrante della città. Importante anche l’idea di allargare l’offerta portando la musica in luoghi diversi. Dopo l’esperienza splendida della Villa Romana delle Grotte, che quest’anno ripetiamo, abbiamo trovato questa nuova formula che funziona, come un trekking musicale che abbina la scoperta di nuovi posti alla magia della musica”. Una formula vincente che vede a fianco di nomi storici come il maestro Bashmet e il maestro Brunello, presenti dalla prima edizione, anche nuovi talenti che scelgono di fare questa esperienza di conoscenza dell’isola e dell’arcipelago, attraverso la loro musica. Una manifestazione che si amplia sempre di più grazie alla sinergia che il festival ha stretto negli anni con l’amministrazione di Portoferraio, principale sponsor della manifestazione. “Questi 21 anni – è il commento di Roberto Marini, vicesindaco ed assessore alla cultura del comune di Portoferraio - sono la riconferma di un prodotto che ogni anno si rinnova, capace di offrire nuove proposte. La musica del Festival ben si sposa con il nostro contesto naturalistico e storico. Per questo abbiamo cercato di favorire alcune novità, come quella di un concerto al Forte Falcone o quella di creare la sede nella sala Telemaco Signorini, con la biglietteria nel nostro infopoint. Un’offerta interessante per residenti e turisti dimostrazione dell’importanza di questo appuntamento culturale. Un festival che sta ampliando sempre di più i suoi confini “.



Tag

La parodia di Boris Johnson per le elezioni, 'Love Actually' diventa 'Brexit Actually'

Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Attualità

Spettacoli

Attualità